Addio sprechi: il mercatino dell’usato la soluzione

Al giorno d’oggi all’interno delle case abbondano i prodotti che alla lunga rimangono per mesi e mesi inutilizzati. Per evitare sprechi si può quindi fare affidamento su appositi mercatini dell’usato.

Dare una seconda vita a tutto

Se ci si ferma per un attimo a pensare a quanti oggetti, capi di abbigliamento, accessori e quant’altro non viene mai utilizzato in casa si può fare una piccola misura di quanto spreco ci sia. Una società troppo fondata sul consumismo e sul continuo ricambio di oggetti finisce inevitabilmente per accumulare oggetti che vengono utilizzati pochissimo o addirittura mai. Ecco perché in molti in Italia si stanno attrezzando per delle soluzioni che possano garantire concretamente una seconda vita a tutto. Se fino a qualche tempo fa molti finivano inevitabilmente per buttare questo tipo di prodotti, oggi si può dire che le cose sono assai cambiate. Infatti grazie ai mercatini dell’usato gli oggetti di vario genere possono riprendere vita. Ovviamente tenendo presente che si tratta di una possibilità di guadagno basata comunque sul buono stato di ciò che viene messo in vendita. Mai pensare di poter fornire ad un mercatino dell’usato degli oggetti danneggiati o comunque obsoleti. In questo modo le persone danno origine ad una sorta di scambio che permette di utilizzare gli oggetti in maniera più ponderata.

Quanti affari nei mercatini dell’usato

Recandosi presso un mercatino dell’usato come mercatinousatofirenze.it si può notare come si possano fare degli ottimi affari. Ovviamente la compravendita di prodotti avviene in maniera del tutto regolare, senza prevedere ricarichi di prezzo o percentuali eccessive. Infatti ogni mercatino dell’usato ha come obiettivo primario quello di creare un filo conduttore tra tutti coloro che hanno voglia di smaltire prodotti che altrimenti finirebbero in qualche discarica. E così si potrebbe dare una seconda vita ad un armadio o ad una cucina, a un forno a microonde o a una tv e arrivando poi a tantissimi altri tipi di articoli. Si capisce dunque che si tratta di una possibilità assai allettante e che vale la pena sfruttare se si vuole dire basta a sprechi. E soprattutto è giusto pensare a quanto si possa guadagnare attraverso la vendita di articoli che altrimenti sarebbero del tutto inutilizzati nella propria casa e che invece farebbero la fortuna di tanti altri. Negli ultimi anni i mercatini dell’usato hanno preso letteralmente piede in gran parte dell’Italia. In svariate città della penisola ci sono store che sono diventati ormai dei punti di riferimento. Anche considerando le tante famiglie che sono alla ricerca di buoni articoli a poco prezzo. Dunque il mercatino dell’usato può rivelarsi la soluzione ideale per risparmiare e che fa al caso di tutti coloro che ne abbiano voglia. Un’opportunità da cogliere al volo e che permetterà a chiunque di trovare i prodotti che desidera senza spendere capitali.

I mercatini dell’usato salvano le tasche e la salute del pianeta

Gli armadi “trasudano” di indumenti ormai passati di moda, gli armadietti della cucina ospitano piatti, bicchieri e tazzine di servizi mai utilizzati e che servono solo a prendere polvere, il ripostiglio è diventato nel tempo un buco nero che attira elettrodomestici e oggetti di cui non ci ricordavamo neppure l’esistenza.

Quanti di voi si sono trovati o si trovano proprio in questo momento in questa situazione? Sicuramente in molti, quasit tutti. Ad un certo punto val la pena fermarsi a riflettere, capire che non abbiamo bisogno di tutte quelle cose e cederle ai mercatini dell’usato.

Oltre alla possibilità di guadagnare piccole somme, non bisogna sottovalutare il fatto che prendere un oggetto usato comporta l’allungamento del ciclo di vita dello stesso e quindi ciò comporta la riduzione di inquinamento e del consumo di energia causata dalla produzione di un oggetto nuovo.

 

Un valido aiuto per le tue domande in cucina

Cucinare è un procedimento complesso, il cui grado di difficoltà dipende in parte anche dal tipo di piatti da preparare. Più si va avanti con l’esperienza, più aumentano le aspettative e quindi anche le domande che sorgono nella preparazione dei piatti.

A tal presenso una soluzione può essere iscriversi ad uno dei tanti blog di cucina che sono proliferati negli ultimi tempi oppure ad uno dei gruppo su Facebook.

Una soluzione forse un po’ più originale e meno scontata è quella di consultare i vari siti di domande, ovvero quelli che permettono agli utenti di fare una specifica domanda e poi si ottiene subito una risposta grazie alle comunità attive “dietro” a questi siti. Ne sono esempi Yahoo Answer, Quora, How To e Domande.me.

Ecco alcuni esempi di domande che possiamo trovare.

Vari accorgimenti in cucina

Tutti gli alimenti vegetali, essendo materia fresca appena raccolta devono essere consumate in breve tempo possibile.
Vogliamo incuriosirvi, rispondendo ad alcune delle domande del campo culinario, e dare a tutti voi, un valido aiuto per le vostre domande in cucina.

Come possono essere utilizzate le carote, senza che diventino amare? Ad esempio, se prendiamo delle carote, le sbucciamo e le lasciamo in frigo hanno un sapore amaro.

Questo avviene perché abbiamo tolto la buccia che la riveste, facendo si che assorbano tutti gli odori del frigo (carote aperte e non consumate); la carota diventando amara cambia anche il colore.

L’impedimento è giovamento, in cucina!

Normalmente nelle carote e in altre verdure, l’ossigeno dell’aria inacidisce il prodotto fresco una volta aperto.
Il modo migliore per impedire che si inacidiscano, è conservarle nella pellicola, nel vano delle verdure del frigo.senza sbucciare le carote, ma conservandole intere.

Osservando questi semplici accorgimenti, quando cuciniamo le carote ci accorgiamo che hanno un buon sapore.

Possiamo anche congelarle se abbiamo una grande quantità di carote che rischia di marcire.
Dobbiamo pulire le carote e sbollentarle in acqua bollente per un minuto, dopo di che le passiamo un istante in acqua fredda, sgoccioliamo il prodotto, che una volta freddo bisogna congelare mettendoli nei sacchetti gelo per frigo, e quando abbiamo bisogno della carota per il soffritto, per il ragù o per il minestrone, la nostra carota è pronta per l’uso.

Se decidiamo di mangiarle come contorno, si possono cucinare con la pentola a pressione, preservandone tutte le qualità.

La buona conservazione dei dolciumi

Anche le caramelle hanno una scadenza? Le caramelle sono fatte di zucchero, una materia che teme altamente l’umidità e il caldo, perciò bisogna fare attenzione a riporle in luoghi asciutti, lontano da fonti di calore e di luce.

Alcune tipologie di caramelle come i marshmallow hanno bisogno di ambiente areato, e senza alcun peso che pressa la confezione, perché può danneggiare le caramelle, rompendosi; così, il prodotto si rovina, quindi l’integrità dell’Imballaggio è essenziale.

Anche le caramelle artigianali hanno bisogno di specifiche attenzioni, essendo fatte della stessa materia prima.

Altri tipi di caramelle (lecca-lecca o caramelle dure), possono durare per sempre custodendo, con le dovute attenzioni, gli involucri per le caramelle con cioccolato, dureranno anni, solo se conservate correttamente, mentre, certe tipologie di dolciumi hanno breve scadenza perché temono troppo l’umidità, avendo tra le materie prime gomme o altri ingredienti come panna miele o altro.

Nell’insieme questi dolci prelibatezze che fanno tanto felici grandi e piccini hanno bisogno di tanta cura e attenzione.

Migliorare il consumo con le caldaie elettriche

La tua caldaia è in esaurimento? O vuoi semplicemente sostituire la tua vecchia caldaia con qualcosa di più efficiente dal punto di vista energetico?

Il riscaldamento rappresenta circa il 55% di ciò che si spende in un anno in termini di energia, secondo l’Autorità Italiana per l’Energia. Quindi scegliere la giusta caldaia può fare una grande differenza per le vostre bollette energetiche.

Definire il tipo di caldaia di cui hai bisogno è un fondamentale punto di partenza. Infatti una serie di aspetti come le dimensioni della tua casa, il numero di radiatori hai possono essere fattori determinanti per aiutarti a decidere cosa è meglio per te.

Se desideri maggiori consigli sulla convenienza di scegliere una caldaia elettrica o una caldaia a gas puoi metterti in contatto con il team di Chetariffa.it.

Il gas di rete è un prezzo competitivo e generalmente il combustibile per riscaldamento più economico disponibile per i consumatori. So che non sorprende che la maggior parte delle case nel Regno Unito hanno caldaie a gas.

Se non si dispone di gas di rete, una opzione è uno scaldabagno elettrico per acqua calda e riscaldamento. Le caldaie elettriche sono solitamente più compatte, più efficienti e più economiche da installare rispetto ai sistemi di caldaie a gas. Ma un’unità standard di elettricità (kWh) costa in genere meno di un’unità di gas, quindi le bollette del riscaldamento potrebbero essere molto più alte rispetto al gas.

Un’altra opzione per il riscaldamento elettrico sono i riscaldatori di accumulo notturno, progettati per sfruttare al massimo le tariffe elettriche fuori picco, come ad esempio Economy 7.

Molte case senza gas hanno caldaie a gasolio per acqua calda e riscaldamento. Le moderne caldaie a condensazione sono molto efficienti e possono essere più economiche da gestire rispetto ai sistemi elettrici, ma ciò dipende dal prezzo del petrolio. E se non hai già il riscaldamento centralizzato ad olio, installarlo da zero può essere piuttosto costoso.

Se vuoi diventare verde, le tecnologie per le energie rinnovabili, come le pompe di calore, le caldaie a biomassa e i pannelli solari, ti aiuteranno a farlo. Puoi ottenere un aiuto finanziario sotto l’incentivo al calore rinnovabile del governo.

Se si dispone di gas di rete e si desidera una caldaia a gas, ci sono tre tipi principali tra cui scegliere: convenzionale o di sistema.

Che ne pensi delle caldaie a condensazione ad alta efficienza energetica?

Nel Regno Unito tutte le caldaie a gas di nuova installazione (con alcune rare eccezioni) devono essere caldaie a condensazione. Quindi, sia che scegliate una nuova caldaia combinata, convenzionale o di sistema, avrete una caldaia a basso consumo.

Le caldaie a condensazione sono molto efficienti dal punto di vista energetico perché catturano e riutilizzano parte del calore che altrimenti sfuggirebbe alla canna fumaria.

Ciò significa che potresti davvero risparmiare sulle bollette del riscaldamento. L’Energy Saving Trust stima che è possibile risparmiare fino a 305 sterline all’anno di riscaldamento con una moderna caldaia a condensazione, a seconda dell’età della caldaia esistente.

Scoprite di più sull’efficienza della caldaia e sulla nostra gamma di caldaie a condensazione a risparmio energetico classificate A.

Quindi quale caldaia dovrei avere?

La scelta di una caldaia comporta più di un semplice esame dei pro e dei contro. Per aiutarti a prendere una decisione, consulta la nostra guida per scegliere la caldaia giusta per la tua casa.

Potrebbe anche piacere saperne di più sui comandi di riscaldamento e sui radiatori, in quanto ciò può influire anche sulla scelta della caldaia e del sistema di riscaldamento centralizzato.

Poiché la situazione di ognuno è diversa, è sempre utile ricevere consigli da un installatore professionista e siamo qui per aiutarti. Contatta il nostro servizio di installazione della caldaia e dai un’occhiata alla nostra gamma di caldaie ad alta efficienza energetica. Saremo lieti di aiutarti a decidere quale caldaia è adatta a te.

Il gusto di arredare

Avere gusto

Avere gusto non è certo una cosa comune a tutti, avere gusto nell’arredare lo è ancora meno ed è per questo che per il nido, il luogo in cui puoi essere completamente quello che sei, occorre rivolgersi a chi da anni fa del gusto di arredare una professione e un servizio al cliente. A volte, pur avendo il gusto, occorre avere qualcuno che riesce a cogliere esattamente come realizzarlo e come renderlo pratico nell’arredamento della nostra casa ed è qui che entra in campo il professionista del gusto.
Avere gusto non è soltanto uno spot pubblicitario da mettere in mostra, per chi fa dell’arredamento il proprio mestiere avere gusto diventa una scelta di vita, far venire fuori quello di chi pensa di non averne o di chi ha difficoltà ad esporlo la caratteristica che contraddistingue un venditore di mobili da un arredatore.

Arredare casa

La scelta di arredare casa diventa la scelta del gusto e per farsi un’idea di come potrebbe diventare basta dare un’occhiata al sito https://www.arredamento-firenze.it. Firenze, culla del rinascimento e dell’arte offre la possibilità di trovare l’arredamento ideale per la casa che diventerà ancor di più dei propri sogni senza che il conto finale faccia trasformare tutto in un incubo. La possibilità di arredare completamente casa con gusto e ad un prezzo anch’esso “di gusto” è una delle caratteristiche che si potranno trovare nel Valdarno fiorentino con la possibilità di scegliere un’offerta dedicata che consente, con 9.900,00 euro di avere un arredamento completo.

Gli esperti del gusto

Farsi coccolare mentre si sceglie l’arredamento di casa è una delle caratteristiche che si potranno trovare negli spazi espositivi di Figline Valdarno, dove esperti del settore potranno consigliare le scelte, indirizzare gli acquisti e dedicare alle esigenze del cliente la specifica attenzione ai particolari che li contraddistingue. L’attenzione al cliente parte dallo sviluppo del progetto, il momento più importante nell’arredamento, quello che caratterizzerà ogni momento successivo. In questa fase ogni domanda, ogni dubbio, ogni richiesta di supporto non è soltanto accettata ma è assolutamente necessaria. Una giovane coppia sta costruendo la propria vita insieme e non potrà che partire dall’arredamento del proprio nido d’amore e qui nelle loro incertezze sul futuro, troveranno la seconda certezza da aggiungere al loro amore: la professionalità.

E dopo?

Il gusto, il progetto, la scelta e poi? E poi non si deve temere niente perché gli esperti del gusto lo saranno anche dopo con tutta l’assistenza necessaria a trasformare quel sogno virtuale progettato nella realtà di tutti i giorni. Trasporto, montaggio, garanzia di 10 anni perché è soprattutto dai servizi accessori che caratterizza una scelta di qualcosa che resterà eternamente nella nostra vita. Il trasporto e il montaggio effettuato esclusivamente da personale qualificato e soprattutto che fa capo allo stesso venditore e non a semplici trasportatori sarà quindi la vera e propria ciliegina del gusto.

Trovare la tua nicchia su Ebay

Non c’è motivo di aver paura di creare un business online. È un processo molto semplice se lo fai un passo alla volta. Facciamo l’ipotesi che non hai intenzione di lasciare il tuo lavoro di giorno (non ancora, comunque). Quindi come inizi a lavorare solo part-time?

Siti ecommerce possono costare molti soldi tra costi di sviluppo e pubblicità. Ne hai bisogno? No! I clienti si aspettano che tu abbia una presenza sul web ma inizi facilmente. Un negozio gestito da ebay Store ti costerà $ 15,99 al mese (più o meno come web hosting) e puoi installarlo in un giorno.

Le nonne stanno vendendo su eBay e i bambini stanno inventando nuovi e interessanti mondi online come Second Life o Club Penguin. Se non sai cosa sono questi ultimi due posti, non sei più un pioniere esperto di Internet e sei diventato uno dei professionisti di Internet della vecchia scuola. Ti senti un fabbro?

Il modo migliore per vendere su eBay è pensare a come le persone comprerebbero. In effetti, se hai acquistato qualsiasi oggetto su eBay, potresti notare alcune cose. Ad esempio, sei stato attratto dalle inserzioni che hanno avuto inizio con una bassa quota d’asta? Hai cercato articoli con un prezzo “Compralo subito” ragionevole? Potresti aver considerato anche la reputazione del venditore. Si consiglia di considerare tutti questi come si lavora per impostare il proprio negozio eBay. Potrebbe essere difficile irrompere come nuovo venditore, quindi puoi agire anche su questo.

Ci sono alcuni veri stracci ai ricchi milionari. Tuttavia, non sentiamo molto parlare della gente che sta guadagnandosi da vivere con le sue aste online. Le loro storie non sembrano essere avvincenti. Ma ci sono grandi storie di persone normali che vivono molto bene. Quindi qual è il segreto di questi venditori di energia eBay?

Sfortunatamente, i venditori eBay non stanno per rivelare le loro fonti a te e chi può biasimarli? Puoi scommettere che non hanno trovato borse autentiche a basso costo facendo una ricerca su Google. La maggior parte dei veri grossisti di borse autentiche non si rendono così facili da trovare. I “grossisti” che trovi online hanno maggiori probabilità di vendere borse griffate a buon mercato, non la cosa reale. Se offrono beni di design autentici, i prezzi sono solitamente troppo alti per ottenere un profitto.

Ci sono molti vantaggi e svantaggi nel possedere e gestire i negozi eBay. È importante comprendere i pro e i contro prima di aprire un negozio e determinare se un negozio è l’opzione di vendita giusta per te.

La barriera chimica per l’umidità ascendente

La barriera chimica della Tecsit System è la risoluzione al problema dell’umidità di risalita capillare. Una problematica che insidia numerosi edifici, specie quelli situati in zone umide e comporta il passaggio di umidità dal sottosuolo lungo le pareti verticali di un edificio, con tutti i conseguenti danni che ne verificano.

L’umidità di risalita

L’umidità di risalita, detta anche ascendente, crea infatti una serie di problemi alle murature interessate da questo problema. Per un fenomeno naturale, l’acqua posta nel sottosuolo o nei terreni umidi, si trasmette attraverso le parti che compongono la struttura muraria. Questo fenomeno avviene soprattutto in presenza di piccoli canali che si creano tra le rocce, è definita infatti risalita capillare.

I danni alla muratura

L’acqua passa attraverso questi capillari e risale lungo la parete creando grandi macchie di umidità che contribuiscono a macchiare le pareti interne o esterne dell’edificio e successivamente comportano problemi più importanti sia alle pitture che agli intonaci. Screpolature, efflorescenze, rotture e spaccature, fino addirittura al distacco di intonaco. C’è da aggiungere che l’umidità di risalita crea spesso muffe e umidità all’ambiente generando un ambiente poco salubre e difficile da riscaldare con un conseguente aumento dei costi di gestione e manutenzione.

Risoluzione del problema

Un problema da risolvere in maniera celere ed efficace per evitare ulteriori problemi. Diversi sono le modalità di intervento sulle pareti interessate all’umidità di risalita. E’ importante fermare l’avanzamento dell’umidità creando una sorta di barriera protettiva che blocca il flusso di umidità verso l’alto. Tra le varie tecniche più utilizzate, c’è una metodologia di intervento che prevede l’utilizzo di elettrodi che è chiamata elettrosmosi, e può essere di tipo passivo o attivo. Un altro tipo di intervento prevede la rottura di parte del muro creando una cosiddetta barriera meccanica.
Tra i più efficienti, c’è il metodo della barriera chimica che prevede l’innesto nella muratura di una crema a base di silani che viene iniettata attraverso dei fori realizzati nella parete. Questi fori vengono realizzati con l’utilizzo di un trapano e posti ad una distanza intermedia e più o meno a 15-20 cm da terra. Successivamente si carica la pistola con il liquido a base di silani o si utilizzano confezioni già pronte, una sorta di cartucce preconfezionate che si caricano all’interno della pistola e rilasciano il liquido all’interno dei fori realizzati. Una volta asciugati, i fori si chiudono e si attende l’asciugatura della parete. La barriera chimica Tecsit sfrutta appunto questa metodologia: un procedimento facile da ed efficiente che risolve il problema dell’umidità di risalita in breve tempo.

Gelateria Caffè delle Carrozze. Il gusto dell’italianità e l’eccellenza fiorentina

Gelateria Caffè delle Carrozze

Gli italiani lo sanno: il gusto straordinario di un buon caffè raggiunge il livello massimo di soddisfazione solamente se assaporato circondati dal fascino impareggiabile di un luogo incantevole, possibilmente ricco di una storia come quella che le città italiane sono in grado di testimoniare. Una città come Firenze, culla del Rinascimento ed espressione massima dell’arte occidentale nel mondo. Patria di pittori, scrittori, scultori e uomini d’arte a tutto tondo, il capoluogo toscano ospita luoghi e scorci unici, segno vivido della mano delicata dell’uomo che pietra dopo pietra ha eretto quella che oggi è considerata una delle città più belle al mondo. E per gustare un buon caffè gettando uno sguardo sulle meraviglie fiorentine, quale bar meglio del “Caffè delle Carrozze”, a due passi dal Ponte Vecchio, potrebbe appagare la vostra vista e il vostro gusto?

Il bar

La Gelateria Caffè delle Carrozze è situata nei pressi del Ponte Vecchio, il quale collega due sponde differenti della città scavalcando gli argini del fiume Arno. Il Caffè delle Carrozze onora così la tradizione toscana regalando l’emozione unica di gustare la gelateria Firenze e i prodotti da caffetteria in una delle città più belle del mondo circondati dalla meraviglia che solo una località densa di storia come Firenze potrebbe regalare. Grazie ad un’esperienza lunga più di cinquant’anni, il Caffè delle Carrozze offre prodotti di alto livello realizzati con ingredienti di qualità eccellenti nel pieno rispetto della tradizione del Made in Italy. Gusto e tradizione, quindi, che si incontrano per dare vita a specialità uniche sia nel dolce che nel salato.

I dolci

Prodotto di punta del Caffè delle Carrozze, i gelati vengono realizzati tenendo conto del gusto straordinario che solo i prodotti freschi possono conferire alle ricette preparati da cuochi validi e in grado di combinare elementi anche molto diversi tra loro. Basti sapere che i gusti di gelato sono preparati con latte fresco il quale verrà mescolato con frutta di alta qualità e ingredienti ricercati. Senza tralasciare il rispetto che il Caffè delle Carrozze ha nei confronti delle stagioni: la gelateria, infatti, sceglie con cura i prodotti stagionali che ben si adattano alla preparazioni più disparate. Una panoramica specifica del reparto gelateria è visitabile al sito “http://www.gelateria-firenze.it”. Che aspettate a fare un viaggio a Firenze?

I salati

Il Caffè delle Carrozze non è solo dolci e gelateria. All’interno del barc infatti, sara possibile gustare prodotti tipici della tradizione fiorentina a km 0, dai salumi ai formaggi, sino ad arrivare alla degustazione di vini pregiati ottenuti dalla lavorazione dell’uva coltivata nelle celebri colline toscane. Insomma, un locale unico come il Caffè delle Carrozze immerso in un posto meraviglioso e ricco di fascino come Firenze. Cosa chiedere di meglio?

Ecco come far innamorare il tuo lui

Come farlo innamorare? Questa è la domanda che si pongono tutte le ragazze interessate a conquistare l’uomo dei propri sogni: ovviamente una regola universale non c’è, ma è comunque possibile applicare degli accorgimenti che potrebbero rendere il compito molto semplice. Per esempio, sarebbe ideale non concedersi subito ma farsi inseguire, in modo tale da stimolare l’istinto da cacciatore degli uomini: si tratta di trasformarsi in prede, evitando di assecondare ogni richiesta e ogni capriccio dell’uomo a cui si è interessate, in modo tale che sia lui a pensare, alla fine, di avere conquistato e non di essersi fatto conquistare.

Un’altra regola su come farlo innamorare consiste nel dare all’oggetto dei desideri gli spazi di cui ha bisogno, la libertà di respirare e tutto il tempo che vuole. Ciò vuol dire, in sostanza, evitare di reprimere le sue passioni, permettergli di uscire con i suoi amici senza intromettersi. Ovviamente, è indispensabile anche risultare interessanti, mostrando di avere delle opinioni e, soprattutto, degli hobby e delle passioni: che si tratti di sport o di cucina, di cinema o di cucito, di politica o di moda, l’importante è non risultare degli esseri amorfi, privi di personalità e interessati solo a postare selfie su Instagram o a guardare la televisione.

Occorre ricordare, in più, che gli uomini desiderano essere ascoltati, ma soprattutto hanno bisogno di una donna che sia sempre al top: soprattutto in occasione dei primi appuntamenti è vietato mostrarsi sciatte o poco curate. Attenzione al trucco e ai capelli, dunque, ma anche al modo in cui ci si veste – che non deve essere troppo spudorato, per evitare gelosie precoci – e al profumo. Insomma, tutti i dettagli devono essere curati con la massima attenzione, per apparire femminili ma non oche. Infine, è bene stare alla larga dalla noia e dalla routine sin dai primi tempi.

Cosa devi sapere sulla carpa regina

Caratterizzata da un corpo piuttosto robusto, la carpa regina è ricoperta da squame di grandi dimensioni ed è lunga circa quattro volte la sua altezza; il primo raggio della sua lunga pinna dorsale è dentellato e particolarmente duro, mentre la pinna caudale si contraddistingue per i suoi lobi arrotondati, oltre che per le sue dimensioni a sua volta voluminose. Più piccola è, invece, la pinna anale, così come quelle ventrali e quelle pettorali, con le seconde che si trovano in posizione quasi addominale, molto arretrate.

La carpa regina mette in mostra una livrea di colore bruno, con tonalità cromatiche che tendono all’olivastro, in cui non mancano riflessi ramati che diventano più evidenti in corrispondenza dei fianchi per poi sfumare, nelle parti ventrali, in una tinta più giallastra. Il colore delle pinne ventrali, però, tende verso il rossiccio, mentre tutte le altre vanno dall’olivastro al giallastro. Questo pesce è dotato di una testa di forma conica e piccola, con un muso non molto lungo; anche la bocca è piccola, e in più priva di denti: per triturare il cibo, la carpa si avvale delle ossa faringee, che risultano decisamente robuste e sono paragonabili a dei veri e propri morali. La bocca della carpa regina propone delle labbra abbastanza spesse; due barbigli scendono da ciascun lato del labbro superiore.

Una varietà di questo tipo di carpa è la carpa a specchi, che è stata introdotta nel nostro Paese da poco tempo: la sua origine deve essere ricondotta agli incroci che sono stati realizzati in passato negli allevamenti. Rispetto alla regina, la carpa a specchi ha un corpo più massiccio e più arcuato, ma anche più corto; più corta è anche la testa, che è rivestita da squame molto grandi, piuttosto irregolari ed evidenti, disposte anche sui fianchi su due file (a volte su tre), oltre che in corrispondenza delle branchie.

Chi è Massimiliano Morra

Massimiliano Morra è un attore napoletano che ha iniziato a farsi conoscere dal grande pubblico lavorando come modello e ottenendo prestigiosi riconoscimenti sulle passerelle: nei primi anni della sua carriera nel mondo dello spettacolo, infatti, ha avuto modo di sfilare – tra gli altri – per Calvin Klein Jeans, per Armata di Mare, per Carlo Pignatelli, per Colt Jeans e per American Eagle. Una prima svolta arriva nel 2010, quando il ragazzo campano (nato nel capoluogo partenopeo il 30 luglio del 1986) si aggiudica a 24 anni il titolo di più bello d’Italia. Passano pochi anni e Morra diventa un volto fisso del piccolo schermo: nel 2013, per esempio, è il protagonista della fiction “Pupetta – Il coraggio e la passione”, diretta da Luciano Odorisio e in onda su Canale 5, in cui è affiancato da Manuela Arcuri e veste i panni di Michele De Nicola, un boss della malavita.

Nello stesso anno, ancora su Canale 5, appare nella fiction “Baciamo le mani – Palermo New York 1958”, per la regia di Eros Puglielli, in cui ha modo di recitare accanto a Virna Lisi e a Sabrina Ferilli. Scelto come rivelazione dell’anno da TV Sorrisi e Canzoni e premiato durante il Roma Fiction Fest del 2013, l’anno successivo si conferma uno degli attori di punta delle serie tv Mediaset, prendendo parte alla seconda stagione di “Il peccato e la vergogna”, per poi impersonare l’attore Ramòn Navarro nella miniserie diretta da Alessio Inturri “Rodolfo Valentino – La leggenda”.

Di nuovo sulla rete ammiraglia Mediaset, Massimiliano Morra è uno dei protagonisti di “Furore – Il vento della speranza”, per poi comparire in “Il bello delle donne…alcuni anni dopo”, insieme con Giuliana De Sio e Alessandra Martines. La fiction, spin-off di una serie di successo di qualche anno prima, non ottiene – tuttavia – risultati soddisfacenti.