direct marketing

Direct Marketing: cos’è

Il Direct Marketing è una tipologia di comunicazione di marketing o commerciale, attraverso la quale le aziende a scopo commerciale, appunto, ma anche gli enti, comunicano in maniera diretta con i propri specifici clienti, anche con rapporto diretto e quindi senza intermediari. Questo fa in modo di raggiungere una targettizzazione ben definita, attraverso vari strumenti, anche di tipo interattivo, in modo tale da ricevere risposte oggettive e allo stesso tempo misurabili, qualificabile e quantificabili.

Le caratteristiche del marketing diretto

Il pre-requisito principale del marketing diretto è la raccolta dei dati sulla clientela e la loro successiva organizzazione in database dedicati al marketing. Si formano quindi degli archivi di nominativi che si compongono di parte anagrafica e altre informazioni raggiungibili sui potenziali interlocutori dell’impresa. Attraverso l’utilizzo di questo database, l’azienda o l’impresa possono interpretare e utilizzare per scopi commerciali i dati sui comportamenti dei clienti, queste informazioni potranno poi essere aggiornate.
È la selettività la caratteristica commerciale del marketing diretto. L’impresa attua la propria comunicazione ad una porzione di clientela o di pubblico generalizzato ma pre-selezionato, questo pubblico dovrà allo stesso tempo essere bene individuato sulla base dei dati ottenuti dal database.
L’efficacia di queste misure può essere misurato verificando l’interattività e la reazione degli utenti a una comunicazione di tipo commerciale. Le risposte ottenute tramite un marketing diretto possono essere misurati e valutati in termini di redemption, cioè in base al numero di casi in cui il destinatario dell’iniziativa di comunicazione e a come si è comportato dopo lo stimolo proposto dal messaggio.

I canali di marketing

Dopo l’individuazione dei clienti, occorre scegliere le azioni necessarie e gli strumenti da utilizzare per trasmettere il messaggio promozionale. Esistono diverse tecniche basate sul direct marketing:

  • vendita incrociata: servizi o prodotti nuovi offerti alle persone che figurano nella lista dei clienti;
  • segmentazione: divisione dei clienti in modo eterogeneo, in modo da formare sottogruppi invece omogenei;
  • vendita continuata: offerta del rinnovo o l’acquisizione di un prodotto specifico al cliente;
  • misurazione di un lifetime di un cliente: attività di valutazione e misurazione del valore presente e anche futuro con i clienti. L’obiettivo finale della misurazione è quello di rendere maggiormente efficienti gli investimenti comunicativi. Per fare ciò è molto utile curare le relazioni con la clientela più profittevoli, cioè che acquistano più spesso;
  • costumer care: è l’insieme delle iniziative che hanno come obiettivo quello di curare e mantenere un rapporto durevole con la clientela.

Dopo che viene definita l’azione da mettere in pratica, l’impresa o l’azienda può utilizzare alcuni come il direct-mail e l’email marketing, che rientrano nella categoria del marketing interattivo.

Primo di lanciare una campagna di marketing diretto, è necessaria una valutazione dei tempi per ogni fase. Alla conclusione della campagna, è fondamentale valutare i risultati ottenuti, poi l’azienda misurerà i profitti o i benefici di questa strategia.
Tra tutte le strategie e tecniche, quella dell’email marketing, e più nello specifico il Direct E-mail Marketing, è forse quello più efficace.
Il DEM è molto utilizzato da imprese o organizzazioni per la promozione e la pubblicizzazione, oltre che per l’invito all’acquisto di specifici prodotti o servizi. In questa fase storica, dove internet e i social sono molto diffusi, il direct mailing resta, come già detto, lo strumento più adatto per raggiungere facilmente la clientela.