chiller cosa serve

Chiller per acqua ed olio: cosa sono e a cosa servono?

Oggigiorno nell’industria moderna sono state introdotte diverse tipologie di macchinari per migliorare la produzione, come ad esempio i chiller per acqua e quelli per olio.
Ma cosa sono effettivamente i chiller e come funzionano?
Scopriamolo insieme attraverso quest’articolo.

Che cosa sono i chiller

 

Con il termine chiller si indica una macchina termica che viene utilizzata nella produzione di merci che richiedono delle basse temperature di lavorazione.
Nello specifico, questo dispositivo viene utilizzato soprattutto nel settore farmaceutico, nelle industrie che lavorano dei particolari materiali di plastica e nel settore alimentare.
Non bisogna dimenticare che i chiller sono dei macchinari che vengono alimentati dalla corrente elettrica e ne richiedono una grande quantità per lavorare in maniera ottimale sotto ogni punto di vista.

Come funzionano i chiller

Per ottenere e mantenere costante queste basse temperature, i chiller utilizzano i gas frigorigeni, dei fluidi che permettono di trasferire il calore da una fonte calda a una fredda, attraverso l’evaporazione e la condensazione oppure tramite il riscaldamento o il raffreddamento.
Nella maggior parte dei casi, questi innovativi macchinari utilizzano questi gas frigorigeni facendoli passare nei tre elementi che li compongono ossia:
  • un compressore: si tratta del cuore pulsante di questo macchinario poiché ne permette il sul funzionamento. In molti casi, questo componente è quello che si abbatte in maniera più significativa sui consumi;
  • un condensatore è un elemento che, come suggerisce il nome, permette di trasformare i fluidi refrigeranti dallo stato gassoso a quello liquido;
  • uno strumento che permette l’evaporazione: questo dispositivo può essere definito come l’opposto del condensatore, poiché permette ai fluidi refrigeranti di passare dallo stato liquido a quello gassoso.

Le tipologie di chiller presenti sul mercato

Come tutti noi sappiamo, non tutte le macchine industriali sono uguali ed è proprio per questo motivo che sono stati concepiti due diverse tipologie di chiller ovvero:

  •  i chiller con raffreddamento ad acqua: si tratta di dispositivi in cui vi è la presenza di uno scambiatore d’acqua, un particolare elemento che permette di condensare i gas frigorigeni in maniera ottimale. Inoltre, queste macchine non consumano molta energia ed è proprio per questa ragione che vengono impiegate maggiormente.
  •  i chiller con raffreddamento ad aria: in questi macchinari vi è un complesso sistema di ventilazione che consente di ottenere un movimento costante dell’aria, in modo tale da poter condensare con facili gas frigorigeni. Questa tipologia di chiller è spesso più rumorosa e consuma molta più energia dei modelli precedentemente descritti.

Le differenze tra un chiller per acqua e uno per olio

Le principali differenze tra un chiller per acqua e uno per olio sono legate soprattutto al loro funzionamento e alla tipologia di lavoro in cui devono essere utilizzati.
Per quanto riguarda i chiller per acqua possiamo dire che sono dei dispositivi utilizzati nelle fabbriche per mantenere il liquido di raffreddamento dei macchinari a una temperatura costante. Come se ciò non fosse sufficiente, essi proteggono il liquido di raffreddamento da alcune sostanze inquinanti che potrebbero sporcarlo. Questo aspetto è fondamentale nel corretto funzionamento di una macchina poiché, un liquido di raffreddamento inquinato potrebbe comprometterne il suo funzionamento.
È importante ricordare che i chiller ad acqua vengono utilizzati soprattutto per abbassare la temperatura dei liquidi di raffreddamento di moltissimi macchinari industriali, in modo tale da evitare che essi si inceppino o che, nei peggiori dei casi, si rompano.
Parlando invece dei chiller per olio possiamo dire che essi si differenziano dai primi poiché sfruttano le proprietà dell’olio per raffreddare un determinato macchinario. Nella maggior parte dei casi, questi prodotti innovativi vengono usati nel settore delle macchine utensili come ad esempio delle trafile o delle prese, in cui è assolutamente necessario mantenere l’olio contenuto in esse ad una certa temperatura per non farle inceppare mentre vengono utilizzate.In conclusione possiamo dire che i chiller possono essere definiti come dei validi prodotti per gestire al meglio la temperatura di un liquido di raffreddamento di un macchinario e spero che, grazie a quest’articolo, tu possa aver capito quanto essi possano incidere sulle prestazioni di un impianto industriale.
compressori mattei torino

Vendita compressori industriali Mattei da Steri a Torino: un’ azienda efficiente e dettagliata

Nel 1919 subito dopo la prima guerra mondiale un grandissimo ufficiale denominato genio militare investì in una azienda impeccabile che specializzo’ poi nella progettazione e nella produzione e manutenzione dei differenti compressori d’aria. Una volta che ricavo’ nella produzione di una rispettiva gamma di prodotti, cominciò a costruire uno stabilimento presso Milano. Intorno al 1958 l’azienda decide di produrre compressori rotativi a palette in cui ci fu l’idea della nuova serie di compressori cui ha attribuito il marchio Mattei.
Da più di 90 anni Mattei, ha il simbolo di un azienda che opera in termini di affidabilità nel mondo dei compressori d’aria di tipo rotativi e indispensabili per uso estremamente industriale. Quest’azienda italiana di tipo ormai storico, è la più votata e gettonata anche in termini d’innovazione, e opera per fornire una vasta gamma di soluzioni importanti nel campo della produzione e per il trattamento dell’aria compressa. È così che si è articolato l’incontro tra una realtà che è divenuta importante, ovvero la Penchini Macchine Industriali di Corciano. Si può così affermare che i compressori d’aria Mattei, si contraddistinguono per la loro semplicità di tipo costruttivo e allo stesso tempo per la sua formazione di tecniche importanti e uniche. Ogni tipo di compressori sono stati realizzati principalmente in Italia, è hanno la garanzia di essere delle prestazioni in modo continuo e impeccabile. Compressori Mattei sono dotati di cuscinetti reggispinta da bronzine di tipo lubrificate.

Compressori ad aria di tipo silenziati e ottimale

Il tipi di compressori quando la capacità di soddisfare only accurata esigenza gli operatori ordinali per mezzo di linee di compressori silenziati e allo stesso tempo rotativi lubrificati e con gambe di modelli con potenze pari a 1,5 e ha 200 kilowatt. L’azienda si occupa anche della riparazione di carrelli elevatori con attività della penchini macchine industriali è opera su tutto il territorio per mezzo di macchinari di recuperi e adatti ad ogni capacità rigenerazione elettrostatica punto Pertanto, l’azienda opera in modo efficace ed efficiente in ogni circostanza è opera al fine di soddisfare ogni più accurata esigenza di ciascun consumatore nonché cliente adottando delle metodiche di tipo rigorose e cercando di minimizzare ogni tempo di Fermo macchina per ridurre così ogni costo di manutenzione punto ogni tipo di attività e intervento di manutenzione una determinata garanzia che assicura e vigenza norma di legge Perciò lo permette consente anche di avere delle soluzioni di tipo sostitutive è importante. Se si dispone anche delle informazioni inerenti a compressori industriali Mattei potete anche entrare nel sito ufficiale e porre un determinato messaggio in apposito form immettendo i vostri dati e producendo un messaggio a cui verrete ricontattati direttamente al vostro recapito telefonico, e sarete contattati da un personale cordiale e pronto a soddisfare ogni vostra più accurata esigenza orari in tempi brevi. Non è mai troppo tardi per rivolgersi a un’azienda altamente a competente come la medesima che si occupa dei compressori industriali Mattei a Torino pronta a risolvere ogni tipo di compito grazie al personale altamente competente è specializzato in materia è in grado di apportare ogni soluzione e risoluzione del vostro problema. L’azienda resta a disposizione in qualsiasi momento perché comunque necessità anche nel proprio domicilio, non esitate ad usufruire in tempi brevi di un servizio altamente impeccabile soddisfacente.
faccette dentali torino

Estetica denti a Torino: la bellezza del sorriso da Cristaldent

Quanto sia importante sorridere non è solo scientificamente provato, ma anche un dato di fatto, quasi sia contagioso per far sorridere gli altri. Non ce lo devono dire gli scienziati che siamo più belli quando sorridiamo. Avere un sorriso curato è il primo passo che tutti noi possiamo fare per sentirci bene con noi stessi e con gli altri. A Torino, lo Studio Cristal Dent, offre ai suoi clienti la possibilità di ritrovare una serenità nell’accettazione di sé stessi, iniziando proprio dal sorriso. Come viene ben chiarito nell’illustrazione della loro filosofia, non bisogna recarsi dal dentista solo quando si sta male, ma anche quando sentiamo la necessità di sentirci più belli, migliorando quelle imperfezioni che disallinenano la nostra stima. Lo staff preparato e competente di Cristal Dent, vi saprà accogliere in un ambiente che profuma di casa, che sentirete vostro.

L’estetica dei denti come filosofia

Lo studio Cristal Dent offre i suoi servizi sul ripristino di una dentatura perfetta, inteso nel classico senso di interventi dentali, puntando all’estetica. Il servizio di implantologia si avvale delle ultime tecniche all’avanguardia, scegliendo la tecnica All On Four. Con tale sigla si intende un impianto a 4 punti, anche 6, in cui viene fissata la dentatura, che darà a chi la porta la sensazione di sentirla propria. In un solo giorno sarà possibile riappropriarvi del vostro sorriso e tornare a svolgere le quotidiane attività come prima, senza lunghe degenze o fastidi. È una metodologia di impianto dei denti che permette di ricostruire anche le condizioni più danneggiate, in tempi brevi e con il minor disagio per il paziente. L’intervento verrà svolto con la sedazione cosciente, che permette al paziente di rimanere vigile durante l’intervento, pur non sentendo alcun dolore o disturbo all’apparato dentale. Si potranno praticare incisioni e mettere punti di sutura, con un solo giorno di carico e la possibilità di poter riprendere a sorridere e masticare, sin da subito. Si potrà provvedere all’intervento in una sala perfettamente attrezzata, dotata anche di stanza antistante per la sanificazione del personale di accesso. I professionisti che lavorano alla Cristal Dent hanno accolto questa tecnica perché in linea con la loro filosofia. Il cliente è al centro, e tutto il lavoro si organizza sulle sue esigenze, a iniziare dall’accoglienza in studio, o ancora prima dal contatto telefonico per un appuntamento di conoscenza preventiva.

Le Faccette Dentali

Ci sono casi in cui i problemi che si presentano, per impedire di farci sorridere non riguardano l’implantologia, ma l’estetica dentale a Torino. Macchie sui denti, colore bianco scolorito, denti non allineati perfettamente, tutti dettagli che non rendono il sorriso tale da esporlo con spontaneità. Questo potrebbe minare la nostra serenità, e allora Cristal Dent ha la soluzione. Si chiamano Faccette Dentali e sono delle applicazioni in disilicato di litio, un materiale che deriva dalla ceramica, che va a ricoprire con uno strato sottilissimo, circa 0,3 mm, tutte le imperfezioni. Che siano denti scheggiati, curvi, sporgenti o non allineati, macchie di caffè o sigarette, tutto andrà coperto e sistemato grazie a queste faccette. È una soluzione pensata per agire in tempi brevi e con poco disturbo per il cliente. Infatti, ci vorranno solo due visite, dopo le quali si avrà già la disponibilità delle faccette dentali. Al primo appuntamento si comprenderà quali azioni mettere in essere per ricreare un sorriso perfetto, partendo proprio da un’attenta analisi della forma dei denti, dal colore e da quella altre informazioni circa le abitudini di masticazione del paziente. Già da questa prima visita sarà possibile rilasciare al paziente faccette dentali provvisorie, avendo già chiaro il sorriso finale. Alla seconda visita verranno consegnate le faccette definitive e si potrà uscire con un sorriso nuovo, quello perfetto sempre sognato.

Dalla parte del cliente

È questione di filosofia, il modo in cui si lavora allo Studio Cristal Dent, è importante crederci in quello che si fa, proprio per portare avanti un progetto di lavoro che possa aiutare gli altri a stare bene, rispondendo con decisione alle loro necessità. Simile impostazione non può che essere di successo, soprattutto quando per la bellezza esteriore si cerca la parte interiore.

estetica-dentale-denti-brutti

Estetica dentale: cosa fare quando si hanno dei brutti denti

Avere dei brutti denti non è solo una questione estetica, in quanto ha un notevole impatto sulle relazioni sociali e sulla psicologia stessa: un sorriso non perfetto fa sì che si abbia meno voglia di frequentare gente e interagire con loro e può creare problemi di autostima e di insoddisfazione.
Sì, perché la bocca attira gli sguardi degli interlocutori e può creare imbarazzi se non è al massimo delle sue potenzialità: una brutta dentatura è sinonimo di trasandatezza, ma esistono tanti modi per ovviare a questo problema.
Innanzitutto bisogna andare da uno specialista, il quale, chiarita la natura del problema, potrà proporre le soluzioni necessarie per risolvere la questione.
Infatti, molte possono essere le cause di un brutto sorriso: vediamole insieme, provvedendo a fornire anche le soluzioni più moderne in merito.

Se i denti sono storti

Quello dei denti storti è un problema più diffuso di quanto non si pensi, che non ha a che fare solo con l’aspetto estetico, ma anche con quello funzionale, in quanto può causare una malocclusione dentale che può ripercuotersi sulla masticazione e anche sull’intera postura del corpo, nonché sulla respirazione.
Va da sé, dunque, che si tratti di un problema che deve essere risolto con una certa urgenza, ma come?
Facendo ricorso all’ortodonzia, che è la branca dell’odontoiatria che si occupa specificamente di questi problemi, provvedendo a risolverli con opportuni interventi di terapia mobile e fissa.
Si tratta, in pratica, di fare ricorso agli appositi apparecchi, grazie ai quali i denti potranno essere allineati; va detto che gli apparecchi più moderni sono quasi invisibili e i disagi causati dal loro utilizzo sono pressoché nulli.

Se i denti sono imperfetti

I denti possono presentare tutta una serie di difetti, legati ad esempio a macchie e discromie (dovuti a cause diverse, tra cui nicotina, placca e tartaro, assunzione di farmaci e tante altre), spaccature, spazi eccessivi tra un dente e l’altro e così via.
Occorre dunque individuare le cause di queste imperfezioni, poi si può pensare alle soluzioni da attuare, a seconda dei casi: se il problema è quello di macchie e alterazioni del colore solo a livello estetico, si può optare per uno sbiancamento professionale, che provvederà a donare un colore uniforme e piacevole alla vista.
Se invece la questione è più complessa, il consiglio è di pensare alle faccette: si tratta di gusci di ceramica sottilissimi che si applicano direttamente sulla superficie dei denti, risolvendo in poche sedute qualsiasi tipo di problema, ottenendo in tempi davvero rapidi un sorriso a dir poco impeccabile.

Se mancano dei denti

Altra questione è quella legata alla mancanza di alcuni denti: anche questo è un problema diffusissimo, dovuto all’idea che le terapie dentali siano troppo costose, fatto che spinge molte persone a trascurare la salute della bocca, con conseguenze disastrose, in molti casi.
Inoltre, la mancanza dei denti, specie di quelli posizionati più in vista, è fonte di disagio e di imbarazzo: ma non bisogna preoccuparsi, perché anche in questo caso, ci sono soluzioni in grado di risolvere qualsiasi problematica.
Infatti, la dentistica ha fatto passi da gigante ed è in grado di proporre soluzioni di implantologia davvero avveniristiche, senza lunghe attese o sofferenze da parte del paziente, il quale potrà sfoggiare i nuovi impianti anche in un solo giorno, grazie alla tecnologia a carico immediato, che sfrutta anche i vantaggi della sedazione cosciente, risultando quindi un metodo del tutto indolore.
Anche per quanto riguarda le spese di questi interventi, non c’è da preoccuparsi, in quanto si può beneficiare di apposite rateazioni, così da diluire i costi. Anche se sarebbe bene non risparmiare sulla salute dei propri denti!

Quindi si può dire che qualunque sia la problematica relativa ai propri denti, conviene rivolgersi a professionisti seri, i quali saranno in grado di formulare la diagnosi più corretta così da studiare il piano d’intervento adeguato, in tempi rapidi e senza dolore né attese; anche dal punto di vista della spesa, si potranno avere anche rate e soluzioni di pagamento personalizzate.
Si consiglia di non aspettare oltre: la salute dei propri denti è di fondamentale importanza, solo dopo averla accertata con un’accurata visita e le opportune indagini, si potrà pensare di intervenire a livello estetico per migliorare eventuali difetti e smetterla così di sentirsi a disagio e insicuri.
Perché un bel sorriso è il miglior biglietto da visita che esista.

Paranchi a fune

Sistemi di sollevamento professionali per l’industria

L’azienda Oleodinamica Mas nasce a Torino nel 1954. Grazie alla vasta esperienza coltivata a livello industriale, l’azienda è diventata un punto di riferimento nel settore del sollevamento, dell’automazione, dell’oleodinamica, della pneumatica. In particolare per quanto riguarda il sistema di sollevamento, il personale esperto si pone a completa disposizione dei propri clienti per eseguire anche sopralluoghi gratuiti. Ogni cliente sarà soddisfatto e riceverà il massimo delle prestazioni. Da oltre sessant’anni l’azienda si occupa di specifici strumenti per il sollevamento.

Strumenti utilizzati

Paranchi elettrici a fune

Alcuni degli strumenti più utilizzati all’interno di cantieri ed officine per trainare carichi o sollevarli, sono i paranchi elettrici a fune. La metodologia di utilizzo è molto semplice in quanto si serve unicamente di un telecomando per consentire il loro spostamento. Esistono diverse tipologie di paranchi elettrici a fune, variano in base al tipo di lavoro che deve essere compiuto. Disponibili paranchi elettrici con carrello di transazione monotrave, bitrave, o a ingombro ridotto, ovviamente è possibile anche scegliere in base alle esigenze, la velocità di transazione.

Paranchi elettrici a catena

Quando i paranchi elettrici a fune non possono essere utilizzati per mancanza di spazio, esistono delle soluzioni apposite, o meglio i paranchi elettrici a catena. Sono sono specializzati nel sollevamento e nel trasporto di carichi anche molto pesanti. Tra i principali vantaggi dei paranchi elettrici a catena, emerge principalmente il fatto che possono essere sollevati carichi mediante un clic su appositi pulsanti, ciò permette di non affaticarsi con spostamenti di tipo manuale. Robusti, resistenti e comodi, sono disponibili in esecuzione fissa con carrello elettrico, manuale a spinta, in tipologia autosollevante.

Gru a bandiera

Per eseguire sollevamenti in sicurezza è possibile servirsi di gru a bandiera. Questo tipo di macchinario permette il trasporto di carichi leggeri in punti precisi e in tempi rapidi. È un tipo di lavoro che richiede un dispendio di energia molto basso e allo stesso tempo molto sicuro. Anche in questo caso esistono diversi tipi di gru a bandiera in base alla rotazione: disponibili con braccio snodato, motorizzato, a rotazione elettrica di 360° o a rotazione manuale.

Funi e tiranti

La scelta dei materiali quando si eseguono operazioni di sollevamento è molto importante in quanto la sicurezza e la resistenza dei materiali deve essere sempre garantita. Per tale ragione è necessario affidarsi a un personale esperto e a materiale professionale. Anche per quanto riguarda tiranti e funi sono richiesti degli specifici ganci adatti per collegarsi alle gru. L’azienda dispone di tiranti in poliestere con strato semplice o doppio strato. I pendenti, invece, sono progettati in diverse opzioni: vengono trattati in tipologia pendenti a bracci multipli in catena grado 10,8 e in fune di acciaio. Oltre alla scelta delle funi e dei tirati, possono occorrere anche sistemi di ancoraggio con dimensioni e caratteristiche varie in base all’operazione da svolgere. Si distinguono in fissaggio rapido con fibbia, con tenditore in acciaio tipico per l’anticorrosione e con blocco di sicurezza. Per quanto riguarda i tipi di gancio che vengono utilizzati maggiormente, ai clienti vengono offerti ganci ad occhio in carbonio, ganci autobloccanti, girevoli, clevis e altro ancora.
Tutto viene eseguito con professionalità ogni cliente è guidato nella scelta dei prodotti da acquistare in base alle specifiche esigenze che si riscontrano.

Oleodinamica Mas si occupa ogni giorno di seguire clienti che appartengono a settori lavorativi differenti. Ciò consente alla società di essere in possesso di una grande esperienza riguardo tecniche e prodotti per l’automazione industriale. L’azienda promuove anche ricambi per forni industriali, carrelli per sollevamento, sabbiatura e altro ancora. Affidarsi agli esperti non è mai stato così semplice grazie a prodotti di alta qualità e serietà da parte del team oleodinamica Mas.

pressione atmosferica

Come leggere l’andamento tra alta e bassa pressione atmosferica prima di programmare una gita

La pressione atmosferica è una grandezza fisica che influenza molti aspetti della nostra vita quotidiana. In ambito metereologico, per esempio, viene usata per fare delle previsioni sul meteo dei giorni successivi.
Spesso la si sente nominare, ma se ancora siete dubbiosi su come funziona la pressione atmosferica o su quali siano le differenze tra alta e bassa pressione, questo articolo risolverà i vostri dubbi.

Cos’è la pressione atmosferica e come viene calcolata

Si calcola dividendo la forza peso di una sezione d’aria sopra a una determinata superficie per la superficie stessa. Essendo difficile misurare a livello pratico la forza peso di una colonna d’aria, si ricorre all’utilizzo di specifici strumenti come il barometro, che utilizza una piccola colonna di mercurio per calcolarla. Nel sistema internazionale viene misurata in pascal, che corrisponde alla forza di 1 newton esercitata su una superficie di 1 metro quadrato.

I fattori che influenzano la pressione atmosferica

Come possiamo immaginare dalla formula precedentemente data, diversi fattori influenzano la pressione atmosferica in un determinato punto:

-La Temperatura

L’aria, riscaldandosi, tende a dilatarsi e quindi ad occupare una quantità di spazio maggiore. Ciò comporta un diminuimento della densità. Così facendo la colonna d’aria sopra una determinata superficie peserà di più se la temperatura è minore e, al contrario, avrà un peso minore ad una temperatura alta.

-L’Umidità

Nonostante possa sembrare strano, il vapore acque ha una densità minore rispetto a quella dell’aria (che è composta principalmente da azoto, un gas piuttosto pesante). Per cui se è presente una grande quantità di acqua nell’aria, questa risulterà particolarmente leggera. Al contrario una giornata con un clima secco sarà contraddistinta da una pressione relativamente alta.

-L’Altitudine

Questa è particolarmente influente nel calcolo della pressione atmosferica per due motivi: il primo è che, ovviamente, diminuendo l’altezza di una colonna d’aria la quantità di gas presente in questa diminuirà, abbassando la pressione in quel punto. Il secondo fattore è un risultato della comprimibilità dell’aria: sulla superficie della terra assume una determinata densità poichè su questa grava una forza data dall’aria soprastante. Più l’altitudine aumenta, più la densità dell’aria diminuirà, portando a una esponenziale diminuzione della pressione atmosferica.

Come e quanto varia la pressione atmosferica sulla terra

La pressione atmosferica media calcolata sul livello del mare a una latitudine di 45 gradi dall’equatore, corrisponde a poco più di cento mila pascal, ovvero poco più di un chilo. Questa misura viene anche definita come ‘1 atm’.
Solitamente, per influenzare il meteo, la pressione atmosferica subisce una variazione del cinque o sei percento, anche se si sono registrati episodi particolari in cui si è arrivati a misurare uno scarto dieci punti percentuali.

Come la pressione atmosferica influenza il meteo: le previsioni metereologiche

Nelle zone a pressione atmosferica elevata, l’aria tenderà a comprimersi verso terra e, quindi, a riscaldarsi. Se il clima è secco, il calore dissolve le nubi creando un cielo sereno e soleggiato. Quando la pressione è alta ma è molto umido, si avranno nubi basse o fenomeni di nebbia.
Se invece è presente una bassa pressione atmosferica, l’aria tende a rarefarsi e ad ascendere. Così facendo, si raffredda. Una volta salita l’aria può incontrare masse di aria calda (e quindi ad alto contenuto di acqua) portando a formarsi le nubi e le precipitazioni. Una volta ristabilita una temperatura media, queste cesserano favorendo il ritorno del bel tempo.
Ovviamente queste sono solo analisi teoriche, ma nella pratica le varianti sono così numerose che è molto difficile prevedere il meteo futuro. Un vento freddo proveniente dal nord, per esempio, potrebbe incontrare una zona ad alta pressione contenente aria calda, creando un violento ma veloce temporale. Questo è ciò che succede durante gli acquazzoni estivi.

guida al franchising

Cosa si intende per franchising

Aprire un negozio è un bell’impegno, soprattutto sul versante economico. Le spese da affrontare sono davvero tante e una di quelle che pesa di più è proprio il magazzino. Acquistare il primo stock di merce per poter aprire senza aver ancora fatto un quattrino è un impegno da non sottovalutare. D’altronde non se ne può fare a meno di avere la merce dentro con un campionario in grado di soddisfare qualsiasi richiesta dei clienti quando entreranno per la prima volta. Una soluzione per risparmiare e andare dritti all’obiettivo può essere quella di concludere un accordo di franchising con la merce in conto vendita.

 

Il marchio

Appena decisa la tipologia di prodotto, che sia di maglieria o di caffè macinato, la prima cosa che ci si chiede è quali marchi esporre, se tutti o solo le marche migliori, se puntare alla qualità o alla vendita a basso costo. I negozi di merce all’ingrosso, o a basso costo, generalmente sono imprese che hanno già un rapporto consolidato con i distributori e sanno di poter contare su prezzi particolarmente buoni.

 

La qualità

Per chi inizia scegliere di puntare sulla qualità probabilmente è più facile. Magari la clientela sarà di meno, il guadagno stenterà a raggiungere dei numeri apprezzabili, ma sarà più facile fidelizzare un piccolo gruppo di clienti che poi farà da grancassa nel proprio ambiente. Per chi sceglie la qualità si aprono, oggi, due alternative: o sceglie i migliori marchi sul mercato, riempie il magazzino e svuota le tasche, o va in franchising, scegliendo di sponsorizzare un solo marchio.

 

Cos’è il franchising

Fondamentalmente è un accordo commerciale che si equipara al vecchio rapporto da monomandatario dei rappresentanti di commercio, cioè si rappresenta e si vende il prodotto di un solo marchio, con la differenza che lo si fa in un negozio e non viaggiando tra i clienti. Ma non è solo questo. Di fatto si distingue dal rapporto commerciale perché si identifica legalmente come un contratto di collaborazione tra imprese indipendenti.

 

La collaborazione

La collaborazione in questo caso riguarda la commercializzazione dei prodotti dell’una da parte dell’altra e la cessione dell’uso del marchio dall’azienda produttrice a quella che li vende, insieme al supporto tecnico e tutte le informazioni riguardanti il prodotto commercializzato. Ovviamente a stabilire i livelli di qualità della commercializzazione è l’azienda concessionaria del marchio, che ottiene in cambio di una percentuale sulle vendite. All’accordo in genere la concessionaria chiede all’azienda una quota di affiliazione.

 

I vantaggi

Soprattutto sulle spese iniziali, infatti le voci riguardanti il personale alla vendita, la promozione, il rischio d’impresa, l’arredo del locale, vengono ripartite tra le due aziende. Poi il marchio conosciuto, che consente alla seconda di radicarsi molto più facilmente e velocemente sul territorio potendo contare su una clientela già fidelizzata. Se poi prende la merce in conto vendita, la paga solo dopo averla venduta. All’impresa che commercializza rimangono le spese riguardanti il negozio e comunque la sua indipendenza aziendale.

 

Consigliato da : Naturplus Franchising

Mauro Laus

Il presidente del consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus approva il progetto di San Giorgio

Nuovo progetto nel comune italiano di San Giorgio Canavese, ovvero l’apertura di un museo collegato interamente alla rete internet.

Un progetto innovativo

Da diverso tempo a questa parte, il comune di San Giorgio Canavese si è contraddistinto per l’ottimo livello di sviluppo informatico che l’ha visto assoluto protagonista sul suolo italiano.
La scelta di evolversi, sotto il punto di vista tecnologico, ha fatto in modo che, il comune, venisse dipinto come uno dei più pronti a compiere il grande passo verso il mondo della digitalizzazione.
Le prove tecniche per il prossimo progetto sono già state effettuate: si tratta di uno sviluppo tecnologico che vedrà protagonista il museo Nossi Rais, il quale finalmente potrà essere collegato online ed offrirà diversi spunti interessanti alle persone che navigheranno nella piattaforma.
Il progetto, dal nome Michela, innovazione per il Canavese, dovrebbe vedere la luce nel corso dei prossimi mesi, quando tutte le varie operazioni di controllo verranno portate al termine.

L’approvazione di Mauro Laus

Il presidente del consiglio regionale Piemonte Mauro Laus non ha potuto partecipare a tale manifestazione che, per il settore della tecnologia, risulta essere assai importante visti i potenziali sviluppi che potrebbero derivare da un corretto utilizzo della tecnologia in tale settore.
Egli però, come tanti altri politici che operano in Piemonte, non si è di certo scordato di inviare dei messaggi per il suddetto progetto, sostenendo di approvare al cento per cento questo particolare sviluppo di un museo troppo spesso passato nell’anonimato.
Laus ha infatti sostenuto che, l’innovazione tecnologica, rappresenta la base di partenza per ogni settore e che, unire cultura ed informatica, è un procedimento che potrebbe aprire nuovi scenari e che vedrà partecipi molti giovani.
Il Presidente ha proseguito sostenendo, sempre tramite messaggio, che il progetto avrà un ottimo impatto sul suolo italiano e che, probabilmente, esso potrebbe venire seguito da tantissimi altri musei, che seguiranno le orme di quello di San Giorgio una volta che sarà possibile vedere i primi responsi da parte del web stesso.

Sviluppo e tecnologia

Non è la prima volta che Laus parla di quanto sia importante la tecnologia nei vari settori italiani, aggiungendo che ognuno di essi potrebbe ottenere un grandissimo vantaggio se, la modernità, investisse il suddetto settore.
Per tale motivo il presidente del consiglio Regionale Piemonte ha proseguito con l’approvazione di ogni iniziativa che mischiasse, in maniera perfetta e senza errori, tecnologia a metodi classici, cosa che potrebbe attrarre un gran numero di persone e soprattutto spronare il paese italiano, nel suo complesso, ad evolversi sotto il profilo della tecnologia e dell’innovazione online.

java

A chi sono rivolti i corsi di java

Mantenersi al passo con i tempi
Dire che l’informatica condiziona e spesso gestisce la vita quotidiana delle persone, sicuramente non è un’esagerazione.
Oggi l’informatizzazione ha rivoluzionato il modo di pensare degli individui, i rapporti interpersonali, le modalità e i canali di informazione e di comunicazione. Il concetto stesso di lavoro, di occupazione, è cambiato in quanto, a differenza di pochi anni addietro, sempre più spesso si esplica attraverso l’uso di dispositivi elettronici.
Ecco perché nella società attuale è quanto mai pressante il bisogno, l’esigenza, di essere al passo con i tempi, di possedere una buona conoscenza informatica che renda tutte le persone autonome e perfettamente in grado di utilizzare le nuove tecnologie.

Il linguaggio di programmazione
Java è un moderno linguaggio di programmazione nato negli anni ’90 grazie alla Sun Microsystems e successivamente acquistato da un’azienda leader nel campo dei database, l’Oracle, molto utilizzato in svariati dispostivi, dal pc allo smartphone, ai telefoni cellulari, ai dispositivi elettronici dei veicoli.
Trattandosi di un linguaggio largamente utilizzato per sviluppare diverse applicazioni sia su computer che su tablet, nel mondo del lavoro sono sempre più richieste figure professionali specializzate nella programmazione attraverso il linguaggio Java.

Corsi di Java e certificazioni
Su tutto il territorio nazionale, diversi Enti e Scuole specializzate nel settore dell’Informatica, organizzano Corsi per Programmatore Java che alla fine del percorso di studi, e comunque al superamento dell’esame finale, rilasciano la relativa Certificazione Oracle OCA, che attesta in modo oggettivo ed inequivocabile le competenze del candidato.
Il certificato di Master in Programmazione Java è riconosciuto a livello europeo, pertando spendibile per sbocchi lavorativi anche all’estero.

Corsi di Java e prospettive lavorative
I Corsi di Java sono rivolti a chi desidera accedere al mondo del lavoro in qualità di Consulente aziendale, di Sviluppatore Interno presso medie o grandi aziende, in Software House.
Per frequentare i corsi di Java è necessario possedere una buona conoscenza di Windows, e quindi di avere frequentato il Corso Base Computer ed Internet.
Il percorso didattico generalmente si articola attraverso le diverse fasi di programmazione, sviluppo applicazioni, e progettazione architetture.
I corsi di Java riscontrano l’interesse sia da parte di giovani in cerca di occupazione che di lavoratori motivati a conseguire una specializzazione, pertanto anche gli orari di svolgimento sono flessibili, in modo da soddisfare le esigenze di tutti i corsisti.
Le scuole di informatica più accreditate, che organizzano corsi per Programmatori Java, offrono la possibilità di frequentare in modalità pubblica insieme ad altri corsisti o in modalità privata, con lezioni personalizzate, e dispongono di un team di docenti esperti e di indiscussa preparazione.
Generalmente i corsi di Java sono privati e a pagamento, tuttavia vi sono degli Enti pubblici che danno la possibilità di fruirne in maniera gratuita a coloro che presentano particolari requisiti.

sorriso

Dentisti consigliati a Milano

La scelta della clinica dentale

Per la salute dei propri denti è importante scegliere una clinica dentale che possa essere all’altezza nel dare prestazioni di buon livello.
Il problema dell’edentulismo è uno dei quelli per cui bisogna intervenire tempestivamente per ripristinare la masticazione, ma anche per poter sorridere e parlare in modo normale.
L’implantologia a carico immediato presso la clinica specializzata (implantologiadentale.milano.it) permette di avere di nuovo denti fissi in tempi assai brevi.
Nei casi in cui non ci sono problemi di consistenza ossea, il paziente potrà sottoporsi al trattamento implantologico che si svolgerà soltanto in un’ora.
In una sola seduta passerà quindi dall’edentulismo, anche totale, a una dentiera fissa completa di 12 denti per arcata e un sorriso finalmente sano e da sfoggiare.
Nei casi in cui sia necessario eseguire interventi pre-implantologici, per esempio per un’insufficienza ossea che necessita di rigenerazione o trapianto, si preferisce il carico cosiddetto “differito”, ma soltanto al giorno seguente.

Come si esegue l’inserimento degli impianti

impianti dentali denti fissiGli impianti dentali a carico immediato che hanno la tipica forma a vite, vengono inseriti in un foro praticato con un trapano. Il paziente naturalmente sedato e con l’anestesia locale in corso, non avverte alcun dolore.
Questa tecnica vanta anche il pregio di non essere affatto invasiva, in quanto non richiede l’uso di punti di sutura, non provoca traumi estesi ai tessuti e neppure gonfiori.
Sono i motivi per i quali si può eseguire subito il carico immediato della protesi fissa, che viene avvitata in corrispondenza dei perni inseriti.
Il fissaggio viene eseguito avvitando letteralmente con un cacciavite la protesi fissa, che è stata creata a seguito dell’impronta sui cui ha lavorato l’odontotecnico.
La precisione con la quale la protesi calza a pennello sulle arcate è la diretta conseguenza della collaborazione e dell’alta professionalità medica e tecnica, rispettivamente dell’implantologo e del suo collaboratore odontotecnico.

L’osteointegrazione

Gli impianti appena inseriti sono quindi le nuove radici artificiali che vanno a sostituire parimenti quelle naturali, garantendo la stabilità nel tempo.
Il titanio è il materiale di cui sono fatti ed è quello che maggiormente si presta a realizzare il processo di osteointegrazione, che si completa dai 3 ai 6 mesi dopo l’inserimento dei perni.
Lo stesso materiale vanta qualità di biocompatibilità con i tessuti molli e con la stessa sede parodontale nel quale dovrà prendere dimora. Il titanio è usato perché contrasta le infezioni e quindi tutela il paziente da fenomeni di rigetto degli impianti stessi.
Trascorso il tempo necessario all’osteointegrazione il paziente riceverà la protesi fissa definitiva, che ha una garanzia di 10 anni e che certamente lo accompagnerà per lungo tempo se avrà cura di eseguire ogni giorno una corretta igiene orale e periodicamente, almeno 2 volte l’anno, quella professionale.
Con gli impianti dentali a carico immediato della clinica dentistica di Milano si può tornare a sorridere fin da subito.