Traslochi internazionali

L’importanza di conoscere le tariffe doganali nei traslochi internazionali

Nella vita di molti prima o poi giunge il momento in cui, per motivi di lavoro o di studio oppure solo per il forte desiderio di migliorare la propria vita, si desidera trasferirsi in un’altra città che non sia quella dove si è nati e cresciuti. Senz’altro per fare ciò è necessario avere doti organizzative ed una notevole capacità di adattarsi al cambiamento, in quanto organizzare un trasloco è un avvenimento faticoso e complesso.

Immaginiamo dunque solo per un momento di organizzarne uno all’estero… Pensiamo a quanto sia difficoltoso ed arduo riuscire a progettare, pianificare con cura il da farsi fin nei minimi dettagli ed organizzare il tutto senza incorrere in problemi o intoppi! Eppure, oggi questa risulta essere una situazione piuttosto frequente in quanto spesso ci si trasferisce all’estero in cerca di fortuna o per costruirsi un futuro migliore.

In ogni caso anche un trasloco all’estero, seppur complicato, può essere affrontato e superato brillantemente se si cerca di organizzarlo informandosi e preparandosi in maniera adeguata, in modo tale così da non farsi cogliere impreparati.

Per evitare che questa esperienza ci colga totalmente impreparati costandoci un occhio della testa, è bene sapere che i prezzi variano a seconda dei servizi richiesti: tempi di viaggio, distanze da percorrere, dimensioni degli oggetti da trasportare e tariffe doganali sono tutte componenti che influiscono sulla spesa finale.

Chiunque sceglie di andare all’estero, giunto nel paese di destinazione, deve passare attraverso la dogana, un organo pubblico impegnato a controllare tutte le merci che entrano ed escono dal proprio paese. Dunque è bene conoscere le tariffe del regime doganale, soprattutto per quanto riguarda il cosiddetto “sdoganamento”, ossia un pagamento che svincola i beni nel momento in cui entrano in dogana, consentendone così l’esportazione.

In tal modo il proprietario, munito di una dichiarazione doganale di esportazione, può richiedere tale sdoganamento e svincolarli potendo così farli entrare nel paese. E’necessario anche sapere che vi sono due diversi tipi di traslochi internazionali: quello europeo e quello intercontinentale.

Il primo viene eseguito soprattutto mediante trasporto con furgoni e tir; il secondo, invece, viene effettuato mediante l’utilizzo di trasporto aereo o marittimo grazie all’utilizzo di container.

Nel caso in cui per il trasporto venga utilizzato un container, è necessario considerare che il noleggio oscilla nel prezzo poiché questo varia anche da una settimana all’altra e differisce anche in base al periodo in cui si effettua il trasloco.

Effettuare un trasloco attraversando un oceano o un continente con tutti i propri effetti personali, non è una cosa affatto semplice. Oggi però fortunatamente vi sono molte aziende che si occupano della realizzazione di traslochi internazionali, offrendo ogni tipo di servizio che semplifichi il complesso processo che va dallo smontare e confezionare mobili, imballare vestiti, elettrodomestici, libri e quant’altro, fino al carico dell’autovettura nel container, il trasporto all’aeroporto o al porto e alle procedure doganali.

Vi sono aziende che si occupano dello sdoganamento, dell’apertura dei pacchi imballati e del montaggio degli arredi e degli effetti personali nella nuova abitazione. Dunque, anche se un trasloco in Europa o oltreoceano può sembrare un’ impresa impossibile, possiamo tirare un sospiro di sollievo, poiché esistono professionisti specializzati proprio in questa pratica, capaci di occuparsi di tutto alleggerendo così il nostro peso. Per approfondire riguardo i traslochi internazionali, visita il sito Traslocase.it.