corso sommelier

Gli insegnamenti in un corso per sommelier e come orientarsi a Milano

Oggi scopriremo quali sono gli insegnamenti e le pratiche tipiche di un corso per sommelier, e nello specifico cercheremo di capire come orientarci a Milano per conoscere opportunità formative e lavorative.

Il primo argomento è certamente la figura del sommelier nella moderna ristorazione. A seguire il tastevin, il bicchiere da degustazione e gli altri attrezzi del sommelier, insieme alle dimostrazioni pratiche di servizio. Un normale corso per sommelier prevede giustamente un’introduzione alla degustazione e la presentazione di almeno tre vini, tra cui uno Spumante Metodo Classico.

Tra le altre materie: viticoltura e qualità del vino; cenni sull’evoluzione e sulla diffusione della vite nel mondo; il ciclo biologico. A queste si aggiungono i sistemi di allevamento, la potatura e la vendemmia. Seguono la produzione del vino, i componenti del vino, l’esame visivo e olfattivo.

Riguardo alle sensazioni gusto-olfattive, tattili e retronasali si accennerà all’anatomia e alla fisiologia del gusto. La tecnica della degustazione e i parametri di valutazione dell’esame gusto-olfattivo e i collegamenti con le altre caratteristiche del vino. La terminologia dell’esame gusto-olfattivo. Esercitazione con soluzioni di acqua con glicerina, zucchero, alcol etilico buongusto, acido citrico o tartarico, tannini e sale, per valutare le sensazioni di ‘morbidezza’ e di ‘durezza’.

Si prenderanno in esame spumanti, vini passiti, vini da vendemmia tardiva, muffati, icewein, liquorosi, aromatizzati, birra, distillati e liquori.

Infine si studieranno le funzioni del sommelier: la cantina del ristorante, la carta dei vini, le temperature di servizio del vino e la degustazione guidata di tre vini di ottima qualità.

Per chi fosse interessato al corso per sommelier a Milano, segnaliamo la prossima data del 24 febbraio 2018 presso Worldhotel Cristoforo Colombo, Corso Buenos Aires n. 3. 40 Ore di lezione distribuite in 5 Lezioni. Il prezzo è di € 350,00 + € 25 (Quota associativa). Il corso si terrà ogni Sabato dalle 9:00 – 18:00 per 5 settimane. Il numero massimo è di 25 partecipanti. Il titolo rilasciato è il Diploma Nazionale Sommelier di 1° livello. Docente:: Dott. Simone del Sordo, Sommelier con esperienza internazionale. Scopri di più.

Maccheroni alla amatriciana

Mangiare a Roma: i riferimenti da non perdere

Non è affatto un segreto che la Capitale d’Italia abbia un fascino irresistibile. Uno di quelli che supera i confini dello spazio e del tempo incantando le folle turistiche che arrivano nella Città Eterna. Tuttavia, oltre ai grandiosi monumenti, magnifici palazzi ed edifici magici in grado di far restare a bocca aperta chiunque, Roma ha da offrire anche molto altro.

Per esempio il cibo, preparato seguendo le antiche tradizionali locali e in grado di far innamorare tutti di quel che è a tutti gli effetti un sapore eterno, esattamente come la città intorno. A seconda del quartiere romano in cui ci si ritrova e dell’orario del giorno nella Capitale d’Italia è possibile trovare numerosi piatti particolari da assaggiare.

I cibi tradizionali romani, i panini delle rosticcerie, ma anche piatti particolari, come il maritozzo con la panna, il famoso supplì romano, senza dimenticarsi della pizza al taglio e della porchetta ai Castelli Romani. Tutto rende la vita molto più saporita a Roma e basta decisamente poco per scoprirlo: un po’ di sana pazienza e voglia di avventura.

La cucina romana ha sicuramente i suoi classici. Le pietanze tradizionali della Città Eterna sono amate sia dai turisti che dai romani stessi. Un esempio? I famosi bucatini all’amatriciana, un must della cucina italiana. Ma anche gli spaghetti alla carbonara, al giorno d’oggi famosi molto lontano dai confini del Bel Paese.

Senza dimenticarsi degli spaghetti col calcio e pepe, anch’essi divenuti un must-eat per chiunque tocchi la terra romana. Anche gli spaghetti alla gricia sono un piatto tradizionale di Roma: lo si può trovare praticamente in angolo della grandissima città.

Camminando per le strade di Roma è impossibile non mangiare i famosi saltimbocca, i carciofi alla giudia e alla romana, l’abbacchio scottadito nonché la coda alla vaccinara. Un’altra specialità del posto è la pizza, molto diversa da quella classica napoletana poiché più bassa e persino più croccante. In tutta Roma è possibile trovare numerose trattorie, pizzerie, caffè e gelaterie che offrono ai viaggiatori la possibilità di assaggiare dei gelati molto diversi dal solito.

Per scoprire dove mangiare a Roma tra una visita guidata e un’altra basta visitare il sito Romabbella, guide di Roma, ricco d’informazioni utili per i turisti e per i romani stessi. Anche se trovare un buon ristorante romano in cui provare sapori con più di 2000 anni di storia non è affatto difficile, avere una buona guida informatica a seguito è tra le migliori idee che si possano avere.

Dopo aver visitato i principali ristoranti della Capitale d’Italia, una volta assaggiato i tradizionali sapori romani e provata la famosa pizza di Roma, si potrebbe persino andare alla scoperta dei locali più nascosti e misteriosi, con un loro fascino e un’atmosfera propria.

Tra i migliori locali misteriosi di Roma si dovrebbe visitare la Pizzeria di Baffetto e quella di Montecarlo, provare il Gelato di Giolitti, oppure ordinare una carbonara al ristorante Primo al Pigneto. Anche facendo una gita fuori città è possibile trovare numerose attività da svolgere. Anche la regione del Lazio è ricca di piatti particolari: basti pensare alla porchetta di Arriccia e ai fantastici vini dei Castelli Romani.

Come funzionano Google e gli altri motori di ricerca

Negli ultimi anni la crescita e lo sviluppo sul piano tecnologico dei motori di ricerca sono cresciuti in maniera esponenziale. Oggi un motore di ricerca come Google è diventato estremamente intelligente e in grado di andare oltre la semplice lettura delle ricerche.

Ciò sta a significare che lo sviluppo di algoritmi sempre più complessi, pone il search engine nella condizione, in molti casi, di cogliere il contesto dietro una query. Si allarga così il campo semantico legato alle singole ricerche e parole chiave. Ma cos’è e come funziona un motore di ricerca?

Cos’è e come funziona un motore di ricerca

Un motore di ricerca è un sistema automatizzato che in risposta a una richiesta (query), restituisce un indice ordinato di contenuti, classificandoli automaticamente in base a complessi algoritmi statistico-matematici.

Dunque, un motore di ricerca come Google “setaccia” il web attraverso programmi automatizzati (bot, o spider, o crawler), raccoglie le informazioni, costruisce un indice ordinato e lo restituisce agli utenti in base alle ricerche che effettuano.

In estrema sintesi, l’attività di un motore di ricerca può essere suddivisa in quattro fasi:

  • Scansione del web attraverso programmi automatici detti Spider (o Crawler o Robot), che analizzano i contenuti in rete in modo metodico e automatizzato.
  • Costruzione dell’indice dei contenuti raccolti (indicizzazione delle pagine).
  • Classificazione delle pagine in base a vari criteri di rilevanza.
  • Presentazione di risultati (serp) in risposta alle richieste degli utenti.

Aliweb è considerato il primo motore di ricerca (siamo nel “lontano” 1993). Ma la vera rivoluzione avvenne con l’avvento di Google. Il motore di ricerca di Mountain View si è rapidamente imposto come quello di gran lunga di maggior uso e migliore qualità.

La Search Engine Optimization

Il ruolo preponderante che Google ha assunto agli occhi degli utenti, e in generale come mediatore tra la domanda e l’offerta di un servizio ha reso essenziale per ogni business essere visibile sul motore di ricerca. Si è così afferma la cosiddetta industria della SEO.

La SEO ha lo scopo di rendere un sito web più interessante agli occhi degli algoritmi dei motori di ricerca. L’obiettivo finale è veicolare traffico verso il sito stesso. La SEO si compone di una miriade di fattori. Si è soliti raccoglierli in due grandi insiemi: fattori on page e fattori off page.

Attraverso la SEO quindi si interviene sull’ottimizzazione di un sito web con lo scopo di farlo apparire maggiormente visibile nell’indice di Google (possibilmente nella tanto ambita prima pagina). Con la crescita del settore, sono nate anche numerose web agency o SEO agency (come ad esempio la SEO Milano), con lo scopo di accompagnare i business online verso la visibilità.

I motori di ricerca continuano ad evolvere e non è facile individuarne il percorso tra qualche anno. Nemmeno l’impero di Google sarà eterno ed è lecito attendersi evoluzioni anche in questo senso.

La SEO sarà costretta ad adattarsi, c’è chi già ora parla di “morte della SEO”. In ogni caso allo stato attuale, si può affermare che fin quando ci saranno i motori di ricerca, ci sarà anche la necessità di ottimizzare le pagine per quest’ultimi.

Laurea online

Corsi di laurea e-learning: le università in Puglia

Nell’era di internet studiare è diventato molto più semplice. Grazie ai corsi online offerti da moltissime università, anche chi è impossibilitato a frequentare di persona le sedi universitarie, può comodamente seguire a casa i corsi che preferisce, avvalendosi dei servizi offerti da moltissime università telematiche.

Per chi risiede in Puglia, l’università telematica UniPuglia.it offre diversi servizi per gli studenti che decidono di seguire un qualsiasi corso di laurea online. I vantaggi legati allo studio attraverso l’e-learning sono molteplici, tra i quali il fattore tempo, molto scarso tra chi per esempio svolge un qualsiasi lavoro e non può frequentare i corsi dell’università, ma desidera comunque conseguire una laurea.

Cosa consiste quindi l’e-learning? Non è difficile da intuire. Si tratta per l’appunto di lezioni online, attraverso appositi portali, dove ogni studente può consultare il materiale didattico, rappresentato spesso da video-lezioni e dispense, messe a disposizione dai docenti dei diversi corsi.

L’università telematica è un servizio che nasce appositamente per dare supporto agli studenti che vivono vicino casa, e si avvale delle nuove tecnologie digitali e di comunicazione quali internet e le piattaforme di e-learning, molto diffuse già da alcuni anni.

Molte persone per motivi lavorativi, familiari o altre importanti ragioni, impossibilitati a frequentare dei corsi dal vivo, vedono nell’e-learning un’opportunità per poter conseguire il titolo ambito, senza dover per forza essere presenti in aula. In tal modo è possibile seguire il proprio corso in maniera ottimale, gestendo al meglio il proprio tempo.

L’utilizzo di una piattaforma di e-learning non preclude il tutoraggio da parte di docenti. Infatti ogni studente può avvalersi dell’appoggio di insegnanti e tutor costantemente disponibili, oltre a videolezioni, dispense, slides, mappe concettuali, test di verifica e molto altro.

La possibilità di usufruire di una piattaforma e-learning consente ad ogni studenti inoltre di interfacciarsi con le nuove tecnologie, conoscenza piuttosto importante per il mondo del lavoro attuale.

L’offerta formativa proposta da Uni Puglia, attraverso il sistema dell’e-learning, si estende alle aree di Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche e relazioni internazionali, Psicologia, Area ingegneristica, Scienze dell’educazione e della formazione.

Sarà possibile, attraverso una piattaforma di ultima generazione, essere costantemente in contatto con i docenti per qualsiasi chiarimento, e reperire tutto il materiale didattico, per una migliore preparazione all’esame finale e al conseguimento del titolo ambito.

Le sedi di Bari e Lecce consentono a qualsiasi studente, che abbia problemi a frequentare corsi dal vivo, di potersi iscrivere ed usufruire comodamente dei servizi proposti da Uni Puglia, dando quindi a tutti la possibilità di conseguire una preparazione universitaria in totale autonomia.

I vantaggi nell’utilizzo dell’e-learning faciliteranno a qualsiasi studente l’apprendimento, basterà infatti avere un computer ed una connessione ad internet per poter studiare. Dopo l’iscrizione iniziale, sarà possibile accedere all’area riservata immettendo la password fornita dall’università, e consultare così il materiale.  Sarà infine prevista la presenza in aula solo ed esclusivamente al momento di sostenere gli esami.

piano

5 programmi per scrivere musica sul computer

Oggi chi suona e compone si avvale di numerosi software in grado di riprodurre, registrare, scrivere, editare e mixare la loro musica. Senza pretendere di fare un elenco esaustivo di tutti i sequencer, campionatori e strumenti virtuali esistenti, mettiamo in evidenza quelli (gratuiti e a pagamento) che ci possono aiutare nella scrittura della musica.

Per i musicisti che puntano alla praticità, il mondo digitale offre moltissimi programmi per scrivere musica, per creare spartiti per pianoforte, intavolature per chitarra e basso, partiture per intere orchestre e qualunque altro spartito esistente. Eccone 5 che ci sembrano particolarmente interessanti, per Mac, PC e anche online.

SibeliusSibelius (Mac e PC) è probabilmente lo score editor più famoso del mercato. Nonostante la completezza, l’utilizzo è piuttosto intuitivo. Adatto per professionisti, ma anche per dilettanti.

Finale (Mac e PC) è il concorrente numero uno di Sibelius. Forse leggermente più complesso da usare, ma altrettanto completo e di indiscutibile qualità. Include anche dei tool per la correzione automatica e semiautomatica degli errori di stesura.

Finale NotePad (Mac e PC) è la versione gratuita di Finale, con molte limitazioni ma più che sufficiente per la maggior parte degli utenti. Offre un massimo di 5 pentagrammi sovrapposti, un solo font musicale, non puoi inserire musica in tempo reale con un controller MIDI e puoi inserire gli accordi solo manualmente.

Noteflight (Webapp) – Questo ottimo editor di spartiti online è un gioiellino della notazione musicale. Grazie alla demo live puoi sperimentarne tool e funzionamento. Dopodiché puoi sottoscrivere un account, gratuito o a pagamento a seconda delle tue esigenze. Ovviamente è lo strumento ideale per scrivere a più mani.

Musescore (Mac e PC) è un buono score editor open source. Rispetto ai più famosi editor ha un’interfaccia meno chic e i tool che offre sono perlopiù quelli standard. Il programma è multilingua e comprende l’italiano

Traslochi internazionali

L’importanza di conoscere le tariffe doganali nei traslochi internazionali

Nella vita di molti prima o poi giunge il momento in cui, per motivi di lavoro o di studio oppure solo per il forte desiderio di migliorare la propria vita, si desidera trasferirsi in un’altra città che non sia quella dove si è nati e cresciuti. Senz’altro per fare ciò è necessario avere doti organizzative ed una notevole capacità di adattarsi al cambiamento, in quanto organizzare un trasloco è un avvenimento faticoso e complesso.

Immaginiamo dunque solo per un momento di organizzarne uno all’estero… Pensiamo a quanto sia difficoltoso ed arduo riuscire a progettare, pianificare con cura il da farsi fin nei minimi dettagli ed organizzare il tutto senza incorrere in problemi o intoppi! Eppure, oggi questa risulta essere una situazione piuttosto frequente in quanto spesso ci si trasferisce all’estero in cerca di fortuna o per costruirsi un futuro migliore.

In ogni caso anche un trasloco all’estero, seppur complicato, può essere affrontato e superato brillantemente se si cerca di organizzarlo informandosi e preparandosi in maniera adeguata, in modo tale così da non farsi cogliere impreparati.

Per evitare che questa esperienza ci colga totalmente impreparati costandoci un occhio della testa, è bene sapere che i prezzi variano a seconda dei servizi richiesti: tempi di viaggio, distanze da percorrere, dimensioni degli oggetti da trasportare e tariffe doganali sono tutte componenti che influiscono sulla spesa finale.

Chiunque sceglie di andare all’estero, giunto nel paese di destinazione, deve passare attraverso la dogana, un organo pubblico impegnato a controllare tutte le merci che entrano ed escono dal proprio paese. Dunque è bene conoscere le tariffe del regime doganale, soprattutto per quanto riguarda il cosiddetto “sdoganamento”, ossia un pagamento che svincola i beni nel momento in cui entrano in dogana, consentendone così l’esportazione.

In tal modo il proprietario, munito di una dichiarazione doganale di esportazione, può richiedere tale sdoganamento e svincolarli potendo così farli entrare nel paese. E’necessario anche sapere che vi sono due diversi tipi di traslochi internazionali: quello europeo e quello intercontinentale.

Il primo viene eseguito soprattutto mediante trasporto con furgoni e tir; il secondo, invece, viene effettuato mediante l’utilizzo di trasporto aereo o marittimo grazie all’utilizzo di container.

Nel caso in cui per il trasporto venga utilizzato un container, è necessario considerare che il noleggio oscilla nel prezzo poiché questo varia anche da una settimana all’altra e differisce anche in base al periodo in cui si effettua il trasloco.

Effettuare un trasloco attraversando un oceano o un continente con tutti i propri effetti personali, non è una cosa affatto semplice. Oggi però fortunatamente vi sono molte aziende che si occupano della realizzazione di traslochi internazionali, offrendo ogni tipo di servizio che semplifichi il complesso processo che va dallo smontare e confezionare mobili, imballare vestiti, elettrodomestici, libri e quant’altro, fino al carico dell’autovettura nel container, il trasporto all’aeroporto o al porto e alle procedure doganali.

Vi sono aziende che si occupano dello sdoganamento, dell’apertura dei pacchi imballati e del montaggio degli arredi e degli effetti personali nella nuova abitazione. Dunque, anche se un trasloco in Europa o oltreoceano può sembrare un’ impresa impossibile, possiamo tirare un sospiro di sollievo, poiché esistono professionisti specializzati proprio in questa pratica, capaci di occuparsi di tutto alleggerendo così il nostro peso. Per approfondire riguardo i traslochi internazionali, visita il sito Traslocase.it.

Sabato sera

Sabato sera in discoteca a Milano: i locali di riferimento

Passare un sabato sera in discoteca a Milano è una di quelle cose che va fatta almeno una volta nella vita, attenzione però, potreste correre il rischio di non poterne più fare a meno.

Milano oltre ad essere conosciuta in tutto il modo per la moda, per i beni architettonici storici, è anche la città Italiana capitale della movida notturna. Sono presenti tantissimi locali che offrono serate di ogni genere e per ogni età, infatti a Milano avrete solo l’imbarazzo della scelta su come passare un sabato sera, vi assicuro che un solo sabato sera non vi basterà.

Perché ogni sabato sera potreste passare una serata totalmente diversa dalla precedente, magari un sabato vivere una serata più soft con aperitivo, cena romantica e cinema o teatro, oppure trascorrerla in modo più hard con cena e dopocena con amici per poi andare a scatenarvi fino all’alba in una delle tante discoteche presenti sul territorio. È solo vostra la scelta di come trascorrere un bel sabato sera nella affascinante movida milanese, buon divertimento a tutti!!

Di seguito riportiamo un elenco delle migliori discoteche di Milano.

Byblos, in via Melchiorre Gioia, 69.
Discoteca simbolo di Milano, potrete mangiare, bere e sopratutto ballare tutta la notte.

Major, in via Palestrina, 2.
Locale di recente apertura, si tratta di un disco restaurant, ambiente elegante per una serata indimenticabile.

Casa della Musica, in via Ascanio Sforza, 81.
Locale storico di Milano, dove potrete anche organizzare un vostro evento trasformandolo in indimenticabile.

Cost, in via Tito Speri, 8.
Un locale raffinato che dona un elegante atmosfera, qui potrete iniziare la serata con l’happy hour e cena, oppure passare direttamente alla discoteca.

Saint Club, in Corso Porta Ticinese, 32.
Discoteca nel centro di Milano, locale presente nella movida meneghina da oltre 30 anni.

Discoteca Club Eleven 11, in via Alessio di Tocqueville, 11.
Provare per credere potrete gustarvi un ottimo aperitivo, prima di cenare e per finire a ballare fino alle prime luci dell’alba.

Volendo passare una serata in discoteca a Milano avrete solo il dubbio su quale discoteca scegliere, tra le tante sparse in tutta Milano, inoltre per avere una visione più completa dei vari locali notturni di Milano potrete sempre visitare il sito web Imperium Milano dove oltre a poter visualizzare le discoteche di Milano e provincia, gli eventi e feste di vario genere, potrete prenotare direttamente dal sito il tavolo o i biglietti d’ingresso di qualsiasi discoteca.

Infine avrete la possibilità di organizzare i vostri eventi grazie al servizio offerto da Imperiummilano qualsiasi tipo di serata, come feste di compleanno, addio al celibato, serate in discoteca, cene ed eventi aziendali, compleanni e serate a tema.

Prima di organizzare una serata a Milano, fate un giro sul sito web www.imperiummilano.com sicuramente troverete la risposta alle vostre esigenze. Passate almeno una notte nella movida milanese, godetevi l’atmosfera che ogni locale saprà offrirvi di sicuro non ve ne pentirete.

Carroattrezzi: l’unica soluzione per il rifornimento con carburante errato

A tutti è capitato almeno una volta di sbagliare a fare rifornimento di carburante. Si compra un’auto nuova e ci si confonde andando alla stazione di servizio. Si affitta un veicolo e ci si dimentica di chiedere se funzioni a benzina o a gasolio. Si chiede in prestito la vettura ad un amico e…quando si arriva al distributore accade il fattaccio.

In qualche caso potrebbe non succedere nulla di male, ma ovviamente dipende dall’entità dello sbaglio. Se si confondono benzina e gasolio, allora il problema diventa serio. Il motore subisce un danno decisamente grande e costoso, bloccando l’automobile. Che fare? Sia chi avvisa i primi sintomi e le difficoltà su strada durante la marcia, sia chi se ne accorge appena concluso il pieno ha una sola via da seguire.

Chiamare il carro attrezzi: l’unica soluzione per il rifornimento con carburante errato. Si tratta di far intervenire un tecnico che può sistemare il serbatoio, evitando gli enormi rischi che possono intervenire in questi casi. La propria auto, il veicolo dell’amico ed il mezzo a noleggio sono salvi.

Chiamare il soccorso stradale quando si ha un problema con l’automobile è la prassi. Se si fa riferimento al servizio migliore, si hanno maggiori benefici. Si ottiene aiuto in diverse situazioni. Quando si sbaglia la pompa alla stazione di servizio, non bisogna attendere un attimo. Appena ci si accorge dell’errore o si riscontrano i primi problemi nella marcia, si deve arrestare il veicolo. A quel punto si prende il telefono e si chiama Auto Service Cavaliere. Un servizio professionale, che rapidamente interviene. Un tecnico specializzato dotato di strumenti idonei. Un carro attrezzi equipaggiato con tecnologie di ultima generazione che arriva sul posto. Tutto questo viene messo a disposizione dell’automobilista. In poco tempo dalla chiamata giungerà l’automezzo che toglierà ogni preoccupazione. Su qualsiasi strada ed in ogni punto della provincia di Roma la soluzione è garantita.

In una situazione simile si deve effettuare lo spurgo del serbatoio. Auto Service Cavaliere esegue un lavoro a regola d’arte con prezzi competitivi. Si tratta di un’operazione eseguibile senza problemi.

Ovviamente quando ci si trova in una situazione di emergenza sopraggiunge l’agitazione. La preoccupazione per il danno e per le conseguenze prendono il sopravvento. Diventa difficile analizzare il problema con lucidità. Così si prende il telefono, si chiama un parente, oppure il primo numero di soccorso stradale che si trova. Così si perde tempo e la situazione chiaramente non migliora. Inoltre non è detto che l’impresa contattata sia in grado di eseguire il lavoro. Il soccorso stradale potrebbe non essere immediatamente disponibile per la scarsità di mezzi, magari già impegnati ad aiutare altri automobilisti. Insomma, l’agitazione fa brutti scherzi. Pur essendo alquanto complicato, mantenere la calma è il primo passo da compiere. Il secondo è telefonare ad Auto Service Cavaliere. In breve tempo lo specialista sarà sul posto e risolverà il problema. Nessuna brutta conseguenza, nessun blocco dell’automobile e…non sarà necessario raccontare l’errore all’amico che ha prestato l’auto o al noleggiatore. Ma se la vettura è la propria, ci sarà la consolazione di non averla rovinata, e di non aver avuto un danno economicamente impegnativo. Auto Service Cavaliere è presente sul web con il sito ufficiale  per approfondimenti sui servizi.

Soccorso Stradale a Roma: calcolo dei costi

Gli automobilisti lo sanno bene, quando si sale sul proprio mezzo e ci si mette in viaggio si devono registrare diversi rischi.

Guidare con prudenza ed attenzione riduce le cause di incidente, ma sulle strade ci sono anche altre persone e non tutte sono accorte. Gli incidenti possono capitare, per una distrazione, per l’elevata velocità e per tanti altri motivi. Non importa quali siano le cause, ma le conseguenze portano a chiedere il servizio di soccorso stradale.

Non serve una collisione per avere problemi durante i propri spostamenti. Un veicolo si può guastare e, quando si rimane in panne, ci vuole un mezzo in grado di intervenire per una riparazione o per la rimozione dell’automobile, del Suv e della motocicletta.

Basta una telefonata ed il pronto intervento arriva sul posto.

La preoccupazione, oltre che per l’accaduto, riguarda anche i costi a cui si va incontro. Un mezzo ed un meccanico che arrivano a supporto dell’automobilista richiede giustamente il pagamento di determinate spese. C’è sicuramente un tariffario, ma nell’emergenza il cliente non lo conosce e non ha il tempo di informarsi. É bene farlo prima.

Sebbene ci siano delle tabelle con i costi suddivisi per tipologia di mezzo e di strada, ogni impresa ha le sue tariffe.

Ci sono gli enti che si occupano di mobilità ed operatori che seguono la propria politica dei prezzi, in base ad una serie di parametri che tengono conto delle convenzioni, del tipo di servizi offerti e di altri fattori.

Snocciolare dei dati può risultare poco utile, perché sono tanti e non tutti riferibili a criteri oggettivi. All’automobilista interessa conoscere gli elementi che determinano le spese, in modo da poter fare delle verifiche specifiche sul servizio a cui si rivolgono.

Prima però va ricordato che la scelta non si deve basare sul prezzo, ma sui servizi offerti.

Il carro attrezzi ha una spesa che si calcola al numero di chilometri. Le variabili riguardano il peso ed il tipo di strada. Le due categorie relative alle automobili da trasportare sono: fino a 2.500 chilogrammi e sopra i 2.500 chilogrammi. Poi ci sono le strade, anche in questo caso suddivise in due tipi, le strade ordinarie e le autostrade. A Roma chi cerca il rapporto tra qualità e prezzo si affida a Auto Service Cavaliere.

Il costo chilometrico del carro attrezzi sulle autostrade si aggira sui 2,60 euro per un autoveicolo. Poi ci sono i tariffari per gli interventi senza il traino che si aggirano, per un’automobile tra i 200 ed i 230 euro. Se si utilizza il traino di soccorso per l’autovettura si spendono tra i 450 ed i 540 euro, mentre il recupero costa tra i 515 ed i 620 euro. Questi dati sono puramente indicativi ed ovviamente tengono conto di una media tra i principali operatori.

I numeri rendono l’idea ed aiutano a fare una valutazione dell’offerta. Chiaramente in una situazione di emergenza diventa difficile, se non impossibile, chiedere dei preventivi e fare confronti.

Meglio organizzarsi per tempo. Auto Service Cavaliere offre prezzi vantaggiosi e servizi personalizzati di qualità. É l’impresa ideale. Nell’eventualità che ci si trovi nella necessità di ricorrere al soccorso stradale, ovvero ad un carro attrezzi a Roma bisogna essere preparati ed avere già il numero di telefono nella rubrica. Approfondire le informazioni sull’impresa sarà semplice, infatti è possibile accedere il sito: www.soccorsostradale.rm.it/, scoprire la valida assistenza proposta ai clienti e le basse tariffazioni ben proporzionale alla qualità.

Scopri la città eterna con il tour bicicletta Roma

Roma è una città che deve essere vissuta da vicino per scoprire tutti i luoghi, scoprire da vicino le sue strade, i suoi monumenti, la sua storia. Per poter visitare al meglio Roma potrebbe essere utilissimo utilizzare un mezzo come la bicicletta optando per un servizio di noleggio che permette di effettuare il tour in bicicletta a Roma, consentendo al visitatore di vivere veramente la città, muovendosi agilmente e raggiungere velocemente le aree da vedere.

Come fare un tour di Roma in bicicletta

Il tour di Roma in bicicletta riesce a coniugare svariati aspetti che dovrebbero essere presi in considerazione quando si pianifica una visita e si desidera vedere quanto più possibile, soprattutto in una città come Roma dove esistono moltissimi monumenti e luoghi emozionanti da visitare. Roma è una città molto grande, ma visitarla in macchina offre notevoli limitazioni, come il traffico, i parcheggi e le zone dove è vietato transitare nel centro storico. Essendo molto grande è impensabile girarla a piedi, perché si rischierebbe di perdersi zone famose, non vedere dei bellissimi monumenti e perdersi gli angoli più caratteristici perché irraggiungibili rapidamente. Gli autobus turistici possono essere un mezzo per scoprire alcune parti della città, ma non si vivrebbe pienamente l’atmosfera e il carattere particolare della città stando semplicemente seduti e osservando distrattamente. Invece la bicicletta consente di vivere l’intera città in maniera semplice, veloce e puntuale. È possibile scegliere i migliori percorsi per girare il centro, salire verso i castelli romani o girare per i parchi cittadini potendo godere pienamente delle bellezze della città eterna.

Visitare Roma in bicicletta

Esistono moltissimi servizi a Roma che consentono di noleggiare delle biciclette, è possibile scegliere servizi che offrono semplicemente il noleggio del mezzo per un il tempo necessario oppure che forniscono anche un tour guidato attraverso percorsi prestabiliti. Nel secondo caso è solitamente possibile scegliere il percorso fra quelli disponibili e farsi accompagnare nel giro da guide esperte che mostreranno i monumenti e consentiranno ai turisti di visitarli non dovendo preoccuparsi del mezzo lasciato incustodito. Per organizzare ottimi tour della città oppure per poter noleggiare delle biciclette per girare liberamente per Roma ci si può affidare ai servizi di Rome for you e visionare le loro offerte sul sito http://www.romeforyou.net. I servizi offerti da Rome for you sono molteplici, infatti è possibile affittare delle biciclette, seguire 6 percorsi prestabiliti con la guida. È possibile affittare anche delle Vespe oppure seguire due percorsi con guida a cavallo di uno scooter. I percorsi in bicicletta toccano i punti più belli di Roma e i principali monumenti della città con partenza e arrivo a Trastevere. È possibile anche un giro in bicicletta per Frascati con trasferimento fino alla meta in macchina, per un massimo di sei partecipanti. Per i più sportivi esiste un giro che parte da Ponte Sisto e arriva al parco degli acquedotti per un totale di circa 30 chilometri con pranzo incluso al Casale della Vaccareccia. Nel servizio di noleggio sono inclusi sempre sia il casco sia una protezione igienica per coprire la testa. È sempre consigliato avere un abbigliamento confortevole e scarpe da ginnastica, in modo da potersi muovere agilmente e non avere troppi impedimenti.

Visitare Roma è un’esperienza unica che coinvolge tutti con la sue strade, le sue piazze, i suoi parchi, i suoi monumenti, la storia che si respira ad ogni angolo, in ogni locale. Girare per Roma senza dover sottostare alle leggi del traffico e quindi potersi spostare velocemente senza stress e osservando attentamente ogni luogo è il modo migliore per conoscere la città. La bicicletta quindi è il mezzo ideale per poter girare per Roma e viverla in modo naturale e approfondito. In questo modo sarà possibile fermarsi in ogni angolo ad osservare, a scoprire, a valutare le bellezze che Roma offre. Poter contare in più su servizi affidabili, con mezzi garantiti e sicuri e potendo sfruttare giri guidati nelle aree migliori della città è un valore aggiunto non indifferente. Utilizzando la bicicletta sarà possibile vedere zone di Roma che altrimenti rimarrebbero sconosciute perché viste superficialmente durante i lunghi trasferimenti fra le varie zone della città. La bicicletta consente anche di non inquinare e anche di sfruttare la vacanza per muoversi maggiormente e riappropriarsi della propria libertà, lontani dallo stress e da i tempi stretti della vita quotidiana.