geometra

Servizi Catastali: quali sono i servizi accessibili online

A partire dal 19 luglio dell’anno corrente è disponibile il servizio online dell’Agenzia delle Entrate. Questo servizio consente di consultare i dati catastali degli immobili presenti in tutto il territorio nazionale fatta eccezione per gli stabili che si trovano nelle province autonome di Trento e Bolzano. Se si possiedono i dati catastali dell’immobile in questione sarà utile prenderli e collegarsi al sito web ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

In questo modo sarà possibile consultare i documenti e gli atti relativi ai beni immobiliari. Per poter usufruire di questo comodissimo servizio sarà però necessario registrarsi ai servizi finanziari online di Poste Italiane.

Se questo passo è già stato completato sarà sufficiente entrare nel sito e in particolare nella sezione dedicata ai privati. A questo punto ci si dovrà identificare mediante il proprio codice fiscale e mediante un codice di sicurezza. Una volta completata l’identificazione basterà inserire tutti i dati catastali e specificare il servizio che si vuole richiedere.

I servizi disponibili online sono le visure catastali, le risultanze catastali e la consultazione delle rendite catastali. Grazie alle visure catastali online è possibile consultare documenti relativi a visure attuali ovvero agli immobili di cui il soggetto risulta in questo momento titolare, è però possibile visionare anche visure storiche che sono state censite al catasto dei terreni o al catasto dei fabbricati.

Infine è possibile consultare visure relative alla mappa di una particella che è stata censita al catasto dei terreni. Facendo click sul servizio relativo alle risultanze catastali è possibile conoscere i dati anagrafici relativi al titolare dell’immobile in questione, i dati (identificativi) catastali di un immobile intestato a un determinato soggetto, rendita catastale e ubicazione degli immobili, eventuali redditi dominicali e agrari.

Il servizio relativo alla consultazione delle rendite catastali consente di conoscere i dati sulla rendita di un qualsiasi immobile censito al catasto dei fabbricati italiano e i dati relativi al reddito dominicale e agrario di un immobile censito al catasto dei terreni italiano.

Questo servizio offerto dall’Agenzia delle Entrate risulta estremamente comodo e altrettanto semplice da utilizzare. Tuttavia per usufruirne è necessario pagare una quota per via telematica attraverso il servizio Poste Italiane. I costi delle visure hanno prezzi differenziati in funzione della tipologia.

Il costo di una visura catastale per soggetto ammonta a 1,30 euro per 10 unità (quindi il prezzo aumenterà proporzionalmente alle unità) mentre per quanto riguarda le visure catastali storiche e le mappe catastali il costo è di 1,30 euro. Coloro che hanno un diritto reale o parziale relativo a un determinato immobile hanno la possibilità di richiedere una visura gratuita.

Se serve assistenza con le pratiche catastali o servizi correlati, ci si può rivolgere anche a professionisti specializzati, tra gli altri ad esempio il Geometra Antonio Massari.

bagno

Ti serve un bagno nuovo e completo? Gli aspetti da considerare nella scelta

Se hai in mente di regalare alla tua casa un bagno nuovo e completo, devi sapere che esistono dei ”trucchetti” da prendere in considerazione al momento della ristrutturazione. In primo luogo, per evitare sorprese, munisciti di carta e penna e butta giù un progetto di quello che occorre cambiare e degli impianti da revisionare (quello idraulico e quello elettrico).

In seguito ad aver ottenuto uno schema preciso ed ordinato delle modifiche di base da apportare al tuo bagno, comincia ad informarti – anche in maniera generica – sui costi di mercato relativi alla ristrutturazione di cui hai bisogno. Il modo migliore per ottenere delle informazioni dettagliate è quello di rivolgersi ad una ditta esperta, magari facendosi consigliare da parenti ed amici, per richiedere un preventivo – se abiti a Roma, una ditta molto quotata e dall’ottimo rapporto qualità prezzo è la Mav Solution (Ristrutturazionebagniroma.it), una società edile specializzata proprio nel rifacimento dei bagni.

Infine, pensa allo stile che vorrai conferire alla tua nuova stanza da bagno, documentandoti in merito alle varie tendenze d’arredamento.

Ristrutturare il bagno: cosa c’è da sapere

Partiamo dalle basi. La prima cosa da sapere quando si sta per affrontare un passo importante come la ristrutturazione di una stanza – in questo caso, del bagno – è che il numero di giorni necessario ad ultimare i lavori varia da situazione a situazione. Non potrai preventivare la durata della ristrutturazione se non avrai deciso, grosso modo, quali sono i pezzi del bagno che vuoi sostituire e quelli che invece desideri tenere.

Le spese più onerose riguardano il rifacimento dell’impianto idraulico ed elettrico, dunque è importante essere a conoscenza delle normative vigenti (relative agli impianti) e fare un confronto con quelle esistenti al momento della prima strutturazione del bagno. Se l’impianto idraulico dovrà essere rinnovato, il primo passo da fare sarà quello di asportare il pavimento e smantellare il massetto, al fine di raggiungere le tubature. I più moderni impianti idraulici prevedono tubi di scarico in PVC o polietilene.

Per ammodernare l’impianto elettrico, infine, sarà necessario rompere le pareti.

Come decidere se ristrutturare o meno il bagno

Valutare la reale necessità di apportare delle modifiche al proprio bagno non è una cosa semplice: per essere sicuro di non fare mosse avventate, ti consigliamo di affidarti ad un esperto, che sia una persona competente ed affidabile.

Di tanto in tanto, è indicato rinnovare gli ambienti della casa, specialmente nelle stanze maggiormente sottoposte ad usura come il bagno. Talvolta, infatti, questa area può presentare un livello elevato di umidità, che a lungo andare può generare anche della muffa.

La manutenzione e la revisione – almeno ogni paio d’anni – di ambienti domestici come il bagno è fondamentale anche per questioni di sicurezza. Le normative relative all’impianto elettrico ed idraulico, in particolar modo, subiscono periodicamente delle modifiche, al fine di rendere sempre più sicure le case.

Non indugiare a ristrutturare il bagno, infine, se hai la percezione di una perdita d’acqua derivante dalle tue tubature: porre rimedio al danno in tempi brevi ti permetterà di non far lievitare la spesa finale da sostenere per la riparazione dell’impianto.

traslochi

Traslochi uffici a Roma: come organizzarsi

Il trasloco è un’operazione la cui difficoltà vine spesso sottovalutata. In realtà è un’operazione tutt’altro che semplice, sopratutto se si tratta di dover traslocare uffici di piccole e grandi aziende. Nel caso si abitazioni di modeste dimensioni, le operazioni di trasloco possono essere organizzate anche da volonterosi e coraggiosi amanti del fai da te; invece se si tratta di uffici aziendali, devono per forza di cosa entrare in gioco i professionisti.

Per pianificare il trasloco non solo di aziende ma di enti come: organizzazioni politiche, banche, istituti pubblici e privati, è necessario rivolgersi a società operanti nel settore con una pluriennale esperienza alle spalle. Sono operazioni che richiedono grandi responsabilità e serietà per garantire al cliente risultati soddisfacenti e nella massima sicurezza.

Oggi grazie a Internet poter trovare società di trasloco affidabili che operano in tutta Italia, non è affatto un problema. Nel giro di poco tempo è possibile avere anche più preventivi con tutti i costi dettagliati, per poter effettuare la scelta migliore.

Traslocare un ufficio richiede un’organizzazione e pianificazione ben precisa, in modo da poter procedere nel più breve tempo possibile.  Sono innumerevoli i servizi offerti da un’azienda di traslochi. Si parte dall’inscatolamento di tutti i documenti. In questa fase è necessario prestare la massima attenzione per non smarrire nemmeno un singolo foglio di carta. Normalmente viene istruito il personale del cliente per effettuare tali operazioni.

Si deve poi provvedere ad imballare tutti i dispositivi presenti in ufficio come computer, monitor, stampanti sempre con la massima cura, visto la delicatezza degli oggetti. Nel caso di aziende con la presenza di data center, il personale qualificato potrà essere in grado di smontare tutta la sala server e ricollegarla presso la nuova sede. Un’azienda di traslochi offre anche il servizio di trasporto di casseforti e armadi blindati.

C’è poi da considerare che spesso gli uffici sono ubicati ai piani alti di un palazzo. In questi casi sarà necessario utilizzare piattaforme aeree, scale o gru con bracci mobili.

Il trasloco di un ufficio grande o piccolo che sia, deve richiedere professionalità; è un’operazione che va svolta con precisione, sicurezza e soprattutto in tempi rapidi. Nulla può essere lasciato al caso tutto deve essere organizzato e pianificato con estrema precisione, per evitare al cliente tutta quella serie di disagi che comprometterebbero la produttività aziendale.

Quindi è assolutamente indispensabile rivolgersi a società in grado di offrire la massima professionalità. Nel caso di aziende nella zona di Roma e provincia, è possibile trovare sul Web moltissime società operanti nel settore: una di queste è traslochiaroma.eu. Ottenere un preventivo è semplice e lo si può fare direttamente online, oppure chiamando direttamente in sede per parlare con un operatore qualificato (per approfondire, vai al sito).

Rivolgendosi a realtà come Traslochi a Roma si è sicuri di mettersi nelle mani di personale esperto che seguirà ed eseguirà con scrupolo tutte le operazioni, dalla fase di progettazione fino a trasloco avvenuto. Importante è non farsi invogliare da offerta troppo base che spesso nascondono problemi di scarsa affidabilità con risultati deludenti.

Porta blindata

Porte blindate su misura: a chi rivolgersi a Roma

I furti sono aumentati a vista d’occhio negli ultimi anni: in particolare se ne registra uno al minuto. Pare che l’obiettivo preferito dei ladri siano proprio le abitazioni le quali vengono preferite a banche, negozi, depositi e quant’altro.

Il motivo di questo cambio di rotta verso i furti fatti in casa è il miglioramento delle tecnologie dei sistemi di sicurezza, i quali nel corso del tempo si sono fatti sempre più efficienti. Inoltre le case rappresentano un bottino ghiotto poiché al suo interno è possibile trovare differenti oggetti di valore che fanno molta gola ai malviventi: televisione, computer, elettrodomestici vari e così via dicendo.

La sicurezza della propria casa, con i tempi che corrono, non è mai troppa e tanti sono i metodi cui è possibile fare riferimento per correre ai ripari: in questi casi bisogna sostituire la porta d’ingresso oppure, qualora si tratti di una prima casa, scegliere direttamente una porta blindata per la sicurezza propria e della propria famiglia.

La porta blindata è costituita, essenzialmente, da una porta in legno la quale è irrobustita mediante l’utilizzo di una lastra realizzata interamente in acciaio. Entrambi i lati di questa lastra d’acciaio sono spessi circa due millimetri.

La porta blindata è sicura perché fa in modo che i ladri non utilizzino alcun tipo di leva, al fine di forzare il meccanismo di chiusura delle porte d’ingresso. Affinché la porta blindata espleti al meglio la sua funzione è necessario che tutti gli elementi da cui essa è costituita siano assemblati in maniera corretta e, per questo, occorre rivolgersi ad un professionista e lasciare che sia lui a svolgere i lavori previsti.

Prima di installare la porta blindata occorre effettuare una valutazione del tipo di parete sulla quale essa dovrà essere collocata: è importante che la parete, qualora sia debole, venga irrobustita mediante l’uso di lastre in acciaio. In alternativa è consigliabile utilizzare una rete saldata in maniera elettrica, che sia spessa tanto quanto le lastre in acciaio di cui sopra, e che sia collegata al controtelaio di cui la porta blindata è munita.

Com’è fatta una porta blindata? Essa prevede che siano presenti elementi: il controtelaio, il falso telaio ed il telaio. Il controtelaio deve essere spesso due millimetri, e va ancorato alla parete con delle barre metalliche.

Il falso telaio ha la funzione di sigillare le fessure, mentre il telaio fa in modo che la porta si chiuda correttamente. La struttura metallica, oltre ad una funzione rinforzante, può fungere da contenitore per l’inserimento di materiale isolante. Un elemento molto importante della porta blindata è la serratura, poiché è su quest’ultima che si fa forza per scassinare le porte d’ingresso.

Se vi trovate a Roma una valida azienda cui è possibile rivolgersi è Sicurchiavi s.r.l., l’azienda leader nel settore delle serrature e della sicurezza. Tanti sono i servizi che l’impresa offre oltre all’istallazione di porte blindate quali la duplicazione di chiavi e radiocomandi, installazione di sistemi d’allarme, casseforti e chiavi codificate. Essi svolgono, inoltre, un servizio di pronto intervento chiavi auto, serrature ed apertura delle porte. Per saperne di più, visita il sito.

Divorzio avvocato matrimonialista

Avvocato matrimonialista: come sceglierne uno in caso di bisogno

Negli utlimi anni, il mondo del web è riuscito a prendere piede nelle materie più disparate. Grazie ai potenti strumenti offerti da internet, è stato possibile creare un mezzo efficace per ottenere consulenze virtuali per quanto riguarda le questioni matrimoniali.

Con la consulenza di un avvocato matrimonialista o familiarista, è stato possibile sfruttare la rete per risolvere alcuni dei più delicati problemi riguardanti le situazioni familiari e coniugali che rischiano di creare malesseri nella propria esistenza.

Con l’ausilio di un professionista online, è possibile conoscere in breve tempo tutti i passi da compiere e gli eventuali aspetti positivi o negativi risultanti da un’eventuale procedimento. La richiesta di una consulenza avviene in modo molto semplice grazie all’ausilio di schede virtuali da compilare con i propri dati e con una breve e dettagliata sintesi dei fatti accaduti.

Grazie a questa tipologia di comunicazione, è possibile trovare velocemente il professionista che fa al caso proprio, specializzato in un particolare settore in grado di offrire il più completo ed efficace supporto.

Il funzionamento della consulenza in materia matrimonialista e familiarista è simile a quello relativo a qualunque quesito di natura legale. Innanzitutto, è possibile ottenere una prima consulenza a partire dall’analisi delle condizioni patologiche del matrimonio che lo stanno avvicinando alla decisione di una separazione o di un divorzio.

Sicuramente anche il risvolto psicologico è importante in questa fase, poiché può risultare utile per tutti coloro che stanno vivendo la fine di un matrimonio e sanno che molto probabilmente si troveranno in tribunale a lottare per i propri diritti davanti al proprio ex coniuge.

E’ importante, nel processo di scelta del professionista online, trovare l’avvocato matrimonialista specializzato a seguire il proprio caso nel modo migliore, anche perché ogni storia è personale ed è un caso a sé stante, quindi è impossibile creare un parametro od una linea guida da seguire in questi casi.

La scelta dell’avvocato matrimonialista è fondamentale per il proprio benessere e quello dei propri cari: spesso e volentieri, infatti, le cause di divorzio tendono a dilaniare interi nuclei famigliari a colpi di mantenimenti e appropriazioni.

Per essere certi di non incappare in uno di questi drammatici ed estremi casi, è fondamentale ottenere la consulenza di un avvocato preparato e competente in materia, ma soprattutto dotato della necessaria sensibilità per portare avanti un incarico tanto delicato, poiché, affidandosi ad un legale, si pone nelle mani di terzi il proprio destino coniugale.

In questo senso, internet potrebbe risultare uno degli strumenti più efficaci poiché, se capaci di informarsi adeguatamente, potrebbe offrire la panoramica più completa possibile sull’avvocato a cui ci si vuole affidare.

In sintesi, per ottenere una valida consulenza legale online è necessario affidarsi a professionisti della materia seri e competenti, spiegando nel dettaglio il proprio caso e cercando di mettere in luce anche le zone più ombrose della vita. In gioco c’è la sopravvivenza del proprio nucleo famigliare, e nulla può averne la precedenza.

corso sommelier

Gli insegnamenti in un corso per sommelier e come orientarsi a Milano

Oggi scopriremo quali sono gli insegnamenti e le pratiche tipiche di un corso per sommelier, e nello specifico cercheremo di capire come orientarci a Milano per conoscere opportunità formative e lavorative.

Il primo argomento è certamente la figura del sommelier nella moderna ristorazione. A seguire il tastevin, il bicchiere da degustazione e gli altri attrezzi del sommelier, insieme alle dimostrazioni pratiche di servizio. Un normale corso per sommelier prevede giustamente un’introduzione alla degustazione e la presentazione di almeno tre vini, tra cui uno Spumante Metodo Classico.

Tra le altre materie: viticoltura e qualità del vino; cenni sull’evoluzione e sulla diffusione della vite nel mondo; il ciclo biologico. A queste si aggiungono i sistemi di allevamento, la potatura e la vendemmia. Seguono la produzione del vino, i componenti del vino, l’esame visivo e olfattivo.

Riguardo alle sensazioni gusto-olfattive, tattili e retronasali si accennerà all’anatomia e alla fisiologia del gusto. La tecnica della degustazione e i parametri di valutazione dell’esame gusto-olfattivo e i collegamenti con le altre caratteristiche del vino. La terminologia dell’esame gusto-olfattivo. Esercitazione con soluzioni di acqua con glicerina, zucchero, alcol etilico buongusto, acido citrico o tartarico, tannini e sale, per valutare le sensazioni di ‘morbidezza’ e di ‘durezza’.

Si prenderanno in esame spumanti, vini passiti, vini da vendemmia tardiva, muffati, icewein, liquorosi, aromatizzati, birra, distillati e liquori.

Infine si studieranno le funzioni del sommelier: la cantina del ristorante, la carta dei vini, le temperature di servizio del vino e la degustazione guidata di tre vini di ottima qualità.

Per chi fosse interessato al corso per sommelier a Milano, segnaliamo la prossima data del 24 febbraio 2018 presso Worldhotel Cristoforo Colombo, Corso Buenos Aires n. 3. 40 Ore di lezione distribuite in 5 Lezioni. Il prezzo è di € 350,00 + € 25 (Quota associativa). Il corso si terrà ogni Sabato dalle 9:00 – 18:00 per 5 settimane. Il numero massimo è di 25 partecipanti. Il titolo rilasciato è il Diploma Nazionale Sommelier di 1° livello. Docente:: Dott. Simone del Sordo, Sommelier con esperienza internazionale. Scopri di più.

Maccheroni alla amatriciana

Mangiare a Roma: i riferimenti da non perdere

Non è affatto un segreto che la Capitale d’Italia abbia un fascino irresistibile. Uno di quelli che supera i confini dello spazio e del tempo incantando le folle turistiche che arrivano nella Città Eterna. Tuttavia, oltre ai grandiosi monumenti, magnifici palazzi ed edifici magici in grado di far restare a bocca aperta chiunque, Roma ha da offrire anche molto altro.

Per esempio il cibo, preparato seguendo le antiche tradizionali locali e in grado di far innamorare tutti di quel che è a tutti gli effetti un sapore eterno, esattamente come la città intorno. A seconda del quartiere romano in cui ci si ritrova e dell’orario del giorno nella Capitale d’Italia è possibile trovare numerosi piatti particolari da assaggiare.

I cibi tradizionali romani, i panini delle rosticcerie, ma anche piatti particolari, come il maritozzo con la panna, il famoso supplì romano, senza dimenticarsi della pizza al taglio e della porchetta ai Castelli Romani. Tutto rende la vita molto più saporita a Roma e basta decisamente poco per scoprirlo: un po’ di sana pazienza e voglia di avventura.

La cucina romana ha sicuramente i suoi classici. Le pietanze tradizionali della Città Eterna sono amate sia dai turisti che dai romani stessi. Un esempio? I famosi bucatini all’amatriciana, un must della cucina italiana. Ma anche gli spaghetti alla carbonara, al giorno d’oggi famosi molto lontano dai confini del Bel Paese.

Senza dimenticarsi degli spaghetti col calcio e pepe, anch’essi divenuti un must-eat per chiunque tocchi la terra romana. Anche gli spaghetti alla gricia sono un piatto tradizionale di Roma: lo si può trovare praticamente in angolo della grandissima città.

Camminando per le strade di Roma è impossibile non mangiare i famosi saltimbocca, i carciofi alla giudia e alla romana, l’abbacchio scottadito nonché la coda alla vaccinara. Un’altra specialità del posto è la pizza, molto diversa da quella classica napoletana poiché più bassa e persino più croccante. In tutta Roma è possibile trovare numerose trattorie, pizzerie, caffè e gelaterie che offrono ai viaggiatori la possibilità di assaggiare dei gelati molto diversi dal solito.

Per scoprire dove mangiare a Roma tra una visita guidata e un’altra basta visitare il sito Romabbella, guide di Roma, ricco d’informazioni utili per i turisti e per i romani stessi. Anche se trovare un buon ristorante romano in cui provare sapori con più di 2000 anni di storia non è affatto difficile, avere una buona guida informatica a seguito è tra le migliori idee che si possano avere.

Dopo aver visitato i principali ristoranti della Capitale d’Italia, una volta assaggiato i tradizionali sapori romani e provata la famosa pizza di Roma, si potrebbe persino andare alla scoperta dei locali più nascosti e misteriosi, con un loro fascino e un’atmosfera propria.

Tra i migliori locali misteriosi di Roma si dovrebbe visitare la Pizzeria di Baffetto e quella di Montecarlo, provare il Gelato di Giolitti, oppure ordinare una carbonara al ristorante Primo al Pigneto. Anche facendo una gita fuori città è possibile trovare numerose attività da svolgere. Anche la regione del Lazio è ricca di piatti particolari: basti pensare alla porchetta di Arriccia e ai fantastici vini dei Castelli Romani.

Come funzionano Google e gli altri motori di ricerca

Negli ultimi anni la crescita e lo sviluppo sul piano tecnologico dei motori di ricerca sono cresciuti in maniera esponenziale. Oggi un motore di ricerca come Google è diventato estremamente intelligente e in grado di andare oltre la semplice lettura delle ricerche.

Ciò sta a significare che lo sviluppo di algoritmi sempre più complessi, pone il search engine nella condizione, in molti casi, di cogliere il contesto dietro una query. Si allarga così il campo semantico legato alle singole ricerche e parole chiave. Ma cos’è e come funziona un motore di ricerca?

Cos’è e come funziona un motore di ricerca

Un motore di ricerca è un sistema automatizzato che in risposta a una richiesta (query), restituisce un indice ordinato di contenuti, classificandoli automaticamente in base a complessi algoritmi statistico-matematici.

Dunque, un motore di ricerca come Google “setaccia” il web attraverso programmi automatizzati (bot, o spider, o crawler), raccoglie le informazioni, costruisce un indice ordinato e lo restituisce agli utenti in base alle ricerche che effettuano.

In estrema sintesi, l’attività di un motore di ricerca può essere suddivisa in quattro fasi:

  • Scansione del web attraverso programmi automatici detti Spider (o Crawler o Robot), che analizzano i contenuti in rete in modo metodico e automatizzato.
  • Costruzione dell’indice dei contenuti raccolti (indicizzazione delle pagine).
  • Classificazione delle pagine in base a vari criteri di rilevanza.
  • Presentazione di risultati (serp) in risposta alle richieste degli utenti.

Aliweb è considerato il primo motore di ricerca (siamo nel “lontano” 1993). Ma la vera rivoluzione avvenne con l’avvento di Google. Il motore di ricerca di Mountain View si è rapidamente imposto come quello di gran lunga di maggior uso e migliore qualità.

La Search Engine Optimization

Il ruolo preponderante che Google ha assunto agli occhi degli utenti, e in generale come mediatore tra la domanda e l’offerta di un servizio ha reso essenziale per ogni business essere visibile sul motore di ricerca. Si è così afferma la cosiddetta industria della SEO.

La SEO ha lo scopo di rendere un sito web più interessante agli occhi degli algoritmi dei motori di ricerca. L’obiettivo finale è veicolare traffico verso il sito stesso. La SEO si compone di una miriade di fattori. Si è soliti raccoglierli in due grandi insiemi: fattori on page e fattori off page.

Attraverso la SEO quindi si interviene sull’ottimizzazione di un sito web con lo scopo di farlo apparire maggiormente visibile nell’indice di Google (possibilmente nella tanto ambita prima pagina). Con la crescita del settore, sono nate anche numerose web agency o SEO agency (come ad esempio la SEO Milano), con lo scopo di accompagnare i business online verso la visibilità.

I motori di ricerca continuano ad evolvere e non è facile individuarne il percorso tra qualche anno. Nemmeno l’impero di Google sarà eterno ed è lecito attendersi evoluzioni anche in questo senso.

La SEO sarà costretta ad adattarsi, c’è chi già ora parla di “morte della SEO”. In ogni caso allo stato attuale, si può affermare che fin quando ci saranno i motori di ricerca, ci sarà anche la necessità di ottimizzare le pagine per quest’ultimi.

Laurea online

Corsi di laurea e-learning: le università in Puglia

Nell’era di internet studiare è diventato molto più semplice. Grazie ai corsi online offerti da moltissime università, anche chi è impossibilitato a frequentare di persona le sedi universitarie, può comodamente seguire a casa i corsi che preferisce, avvalendosi dei servizi offerti da moltissime università telematiche.

Per chi risiede in Puglia, l’università telematica UniPuglia.it offre diversi servizi per gli studenti che decidono di seguire un qualsiasi corso di laurea online. I vantaggi legati allo studio attraverso l’e-learning sono molteplici, tra i quali il fattore tempo, molto scarso tra chi per esempio svolge un qualsiasi lavoro e non può frequentare i corsi dell’università, ma desidera comunque conseguire una laurea.

Cosa consiste quindi l’e-learning? Non è difficile da intuire. Si tratta per l’appunto di lezioni online, attraverso appositi portali, dove ogni studente può consultare il materiale didattico, rappresentato spesso da video-lezioni e dispense, messe a disposizione dai docenti dei diversi corsi.

L’università telematica è un servizio che nasce appositamente per dare supporto agli studenti che vivono vicino casa, e si avvale delle nuove tecnologie digitali e di comunicazione quali internet e le piattaforme di e-learning, molto diffuse già da alcuni anni.

Molte persone per motivi lavorativi, familiari o altre importanti ragioni, impossibilitati a frequentare dei corsi dal vivo, vedono nell’e-learning un’opportunità per poter conseguire il titolo ambito, senza dover per forza essere presenti in aula. In tal modo è possibile seguire il proprio corso in maniera ottimale, gestendo al meglio il proprio tempo.

L’utilizzo di una piattaforma di e-learning non preclude il tutoraggio da parte di docenti. Infatti ogni studente può avvalersi dell’appoggio di insegnanti e tutor costantemente disponibili, oltre a videolezioni, dispense, slides, mappe concettuali, test di verifica e molto altro.

La possibilità di usufruire di una piattaforma e-learning consente ad ogni studenti inoltre di interfacciarsi con le nuove tecnologie, conoscenza piuttosto importante per il mondo del lavoro attuale.

L’offerta formativa proposta da Uni Puglia, attraverso il sistema dell’e-learning, si estende alle aree di Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche e relazioni internazionali, Psicologia, Area ingegneristica, Scienze dell’educazione e della formazione.

Sarà possibile, attraverso una piattaforma di ultima generazione, essere costantemente in contatto con i docenti per qualsiasi chiarimento, e reperire tutto il materiale didattico, per una migliore preparazione all’esame finale e al conseguimento del titolo ambito.

Le sedi di Bari e Lecce consentono a qualsiasi studente, che abbia problemi a frequentare corsi dal vivo, di potersi iscrivere ed usufruire comodamente dei servizi proposti da Uni Puglia, dando quindi a tutti la possibilità di conseguire una preparazione universitaria in totale autonomia.

I vantaggi nell’utilizzo dell’e-learning faciliteranno a qualsiasi studente l’apprendimento, basterà infatti avere un computer ed una connessione ad internet per poter studiare. Dopo l’iscrizione iniziale, sarà possibile accedere all’area riservata immettendo la password fornita dall’università, e consultare così il materiale.  Sarà infine prevista la presenza in aula solo ed esclusivamente al momento di sostenere gli esami.

piano

5 programmi per scrivere musica sul computer

Oggi chi suona e compone si avvale di numerosi software in grado di riprodurre, registrare, scrivere, editare e mixare la loro musica. Senza pretendere di fare un elenco esaustivo di tutti i sequencer, campionatori e strumenti virtuali esistenti, mettiamo in evidenza quelli (gratuiti e a pagamento) che ci possono aiutare nella scrittura della musica.

Per i musicisti che puntano alla praticità, il mondo digitale offre moltissimi programmi per scrivere musica, per creare spartiti per pianoforte, intavolature per chitarra e basso, partiture per intere orchestre e qualunque altro spartito esistente. Eccone 5 che ci sembrano particolarmente interessanti, per Mac, PC e anche online.

SibeliusSibelius (Mac e PC) è probabilmente lo score editor più famoso del mercato. Nonostante la completezza, l’utilizzo è piuttosto intuitivo. Adatto per professionisti, ma anche per dilettanti.

Finale (Mac e PC) è il concorrente numero uno di Sibelius. Forse leggermente più complesso da usare, ma altrettanto completo e di indiscutibile qualità. Include anche dei tool per la correzione automatica e semiautomatica degli errori di stesura.

Finale NotePad (Mac e PC) è la versione gratuita di Finale, con molte limitazioni ma più che sufficiente per la maggior parte degli utenti. Offre un massimo di 5 pentagrammi sovrapposti, un solo font musicale, non puoi inserire musica in tempo reale con un controller MIDI e puoi inserire gli accordi solo manualmente.

Noteflight (Webapp) – Questo ottimo editor di spartiti online è un gioiellino della notazione musicale. Grazie alla demo live puoi sperimentarne tool e funzionamento. Dopodiché puoi sottoscrivere un account, gratuito o a pagamento a seconda delle tue esigenze. Ovviamente è lo strumento ideale per scrivere a più mani.

Musescore (Mac e PC) è un buono score editor open source. Rispetto ai più famosi editor ha un’interfaccia meno chic e i tool che offre sono perlopiù quelli standard. Il programma è multilingua e comprende l’italiano