Maccheroni alla amatriciana

Mangiare a Roma: i riferimenti da non perdere

Non è affatto un segreto che la Capitale d’Italia abbia un fascino irresistibile. Uno di quelli che supera i confini dello spazio e del tempo incantando le folle turistiche che arrivano nella Città Eterna. Tuttavia, oltre ai grandiosi monumenti, magnifici palazzi ed edifici magici in grado di far restare a bocca aperta chiunque, Roma ha da offrire anche molto altro.

Per esempio il cibo, preparato seguendo le antiche tradizionali locali e in grado di far innamorare tutti di quel che è a tutti gli effetti un sapore eterno, esattamente come la città intorno. A seconda del quartiere romano in cui ci si ritrova e dell’orario del giorno nella Capitale d’Italia è possibile trovare numerosi piatti particolari da assaggiare.

I cibi tradizionali romani, i panini delle rosticcerie, ma anche piatti particolari, come il maritozzo con la panna, il famoso supplì romano, senza dimenticarsi della pizza al taglio e della porchetta ai Castelli Romani. Tutto rende la vita molto più saporita a Roma e basta decisamente poco per scoprirlo: un po’ di sana pazienza e voglia di avventura.

La cucina romana ha sicuramente i suoi classici. Le pietanze tradizionali della Città Eterna sono amate sia dai turisti che dai romani stessi. Un esempio? I famosi bucatini all’amatriciana, un must della cucina italiana. Ma anche gli spaghetti alla carbonara, al giorno d’oggi famosi molto lontano dai confini del Bel Paese.

Senza dimenticarsi degli spaghetti col calcio e pepe, anch’essi divenuti un must-eat per chiunque tocchi la terra romana. Anche gli spaghetti alla gricia sono un piatto tradizionale di Roma: lo si può trovare praticamente in angolo della grandissima città.

Camminando per le strade di Roma è impossibile non mangiare i famosi saltimbocca, i carciofi alla giudia e alla romana, l’abbacchio scottadito nonché la coda alla vaccinara. Un’altra specialità del posto è la pizza, molto diversa da quella classica napoletana poiché più bassa e persino più croccante. In tutta Roma è possibile trovare numerose trattorie, pizzerie, caffè e gelaterie che offrono ai viaggiatori la possibilità di assaggiare dei gelati molto diversi dal solito.

Per scoprire dove mangiare a Roma tra una visita guidata e un’altra basta visitare il sito Romabbella, guide di Roma, ricco d’informazioni utili per i turisti e per i romani stessi. Anche se trovare un buon ristorante romano in cui provare sapori con più di 2000 anni di storia non è affatto difficile, avere una buona guida informatica a seguito è tra le migliori idee che si possano avere.

Dopo aver visitato i principali ristoranti della Capitale d’Italia, una volta assaggiato i tradizionali sapori romani e provata la famosa pizza di Roma, si potrebbe persino andare alla scoperta dei locali più nascosti e misteriosi, con un loro fascino e un’atmosfera propria.

Tra i migliori locali misteriosi di Roma si dovrebbe visitare la Pizzeria di Baffetto e quella di Montecarlo, provare il Gelato di Giolitti, oppure ordinare una carbonara al ristorante Primo al Pigneto. Anche facendo una gita fuori città è possibile trovare numerose attività da svolgere. Anche la regione del Lazio è ricca di piatti particolari: basti pensare alla porchetta di Arriccia e ai fantastici vini dei Castelli Romani.